Agrigento, Palacongressi affidato all’Ente Parco Valle dei Templi: iniziano i lavori di manutenzione

Redazione

Agrigento

Agrigento, Palacongressi affidato all’Ente Parco Valle dei Templi: iniziano i lavori di manutenzione

di Redazione
Pubblicato il Lug 3, 2017
Agrigento, Palacongressi affidato all’Ente Parco Valle dei Templi: iniziano i lavori di manutenzione

Da mercoledì prossimo, 5 luglio, il PalaCongressi al Villaggio Mosè di Agrigento sarà ufficialmente nella disponibilità dell’Ente Parco della Valle dei Templi, ente della Regione a cui la Regione, proprietaria della struttura, ha affidato la gestione. E contestualmente inizieranno i primi lavori di manutenzione ad opera dell’impresa che ha vinto l’appalto, la “Idrotermoelettrica” di Bagheria, per un importo di poco più di 292mila euro. Bisogna innanzitutto risolvere le infiltrazioni d’acqua nello scantinato e dalle cupolette di vetro del tetto. Poi, rendendosi disponibili altri fondi, frutto soprattutto degli incassi nella Valle dei Templi, si procederà ad altre gare d’appalto per affidare altri lavori necessari a rendere nuovamente fruibile la struttura, da 1400 posti, al pubblico.

Da mercoledì prossimo, 5 luglio, il PalaCongressi al Villaggio Mosè di Agrigento sarà ufficialmente nella disponibilità dell’Ente Parco della Valle dei Templi, ente della Regione a cui la Regione, proprietaria della struttura, ha affidato la gestione. E contestualmente inizieranno i primi lavori di manutenzione ad opera dell’impresa che ha vinto l’appalto, la “Idrotermoelettrica” di Bagheria, per un importo di poco più di 292mila euro. Bisogna innanzitutto risolvere le infiltrazioni d’acqua nello scantinato e dalle cupolette di vetro del tetto. Poi, rendendosi disponibili altri fondi, frutto soprattutto degli incassi nella Valle dei Templi, si procederà ad altre gare d’appalto per affidare altri lavori necessari a rendere nuovamente fruibile la struttura, da 1400 posti, al pubblico.


Dal Web


  • Agrigento

    Blitz “Montagna”, pizzo sui migranti: “Spaventiamo tutti”

    Pubblicato il 22 01 2018

    Un rullo compressore la mafia di Agrigento, "molto più pericolosa e seria", altro che quella palermitana, considerata inaffidabile. Di più, le cosche agrigentine, la loro prontezza e organizzazione "spaventa tutti". Non è solo una questione di prestigio. Si tratta soprattutto di affar..

    Continua a Leggere

  • Agrigento

    “Operazione Montagna”, la conferenza stampa alla Dda di Palermo

    di Redazione
    Pubblicato il 22 01 2018

    https://youtu.be/Bv32lBLBQW8..

    Continua a Leggere

  • Agrigento

    Operazione Montagna, colonnello Pellegrino: “Blitz sia segnale di fiducia nei confronti delle istituzioni”

    Pubblicato il 22 01 2018

    Quindici capi mafia arrestati. Una cosca decapita. La famiglia mafiosa agrigentina che perde quote di vertici e di gregari. La strada però resta in salita. Perché la mafia agrigentina è una mafia che “risponde a un’ortodossia antica. È il fiore all’occhiello della mafia siciliana”. <..


  • Agrigento

    Operazione “Montagna”: a Favara comanda Pasquale Fanara

    Pubblicato il 22 01 2018

    Dall'operazione antimafia "Montagna" dei carabinieri del Comando provinciale di Agrigento che hanno eseguito 56 ordinanze di custodia cautelare nei confronti dei vertici dei mandamenti e delle cosche di Cosa nostra dell'Agrigentino emergono importanti novità sugli assetti mafiosi territoriali e sul..


  • Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 - Iscrizione R.O.C.: 22361