Agrigento, tentata estorsione, avvocatessa davanti al Gup

Redazione

Agrigento

Agrigento, tentata estorsione, avvocatessa davanti al Gup

di Redazione
Pubblicato il Nov 1, 2016
Agrigento, tentata estorsione, avvocatessa davanti al Gup

Estorsione e tentata estorsione perché avrebbe minacciato gravi ritorsioni nei confronti di alcuni clienti se non avessero pagato una somma di denaro ulteriore rispetto al proprio onorario che, invece, era stato già liquidato. Un’avvocatessa del foro di Agrigento, Francesca Picone, 42 anni, e la sorella Concetta, di due anni più grande, finiscono davanti al Gup.

Il procuratore aggiunto di Agrigento, Ignazio Fonzo, e i pubblici ministeri Carlo Cinque Alessandro Macaluso hanno chiesto il rinvio a giudizio delle due donne. L’ udienza preliminare si celebrerà a partire dal 22 novembre davanti al giudice Stefano Zammuto.

I fatti contestati risalgo no agli anni scorsi. L’ avvocatessa Picone, il 5 aprile del 2013, avrebbe minacciato una cliente, nell’ ambito di un procedimento finalizzato all’ ottenimento dell’ indennità di accompagnamento del figlio, e – secondo i pm – si sarebbe fatta consegnare indebitamente 5 mila euro in contanti «malgrado il pagamento dei compensi per onorari di entrambi i gradi di giudizio fosse stato liquidato».


Dal Web


  • Agrigento

    Blitz “Montagna”, pizzo sui migranti: “Spaventiamo tutti”

    Pubblicato il 22 01 2018

    Un rullo compressore la mafia di Agrigento, "molto più pericolosa e seria", altro che quella palermitana, considerata inaffidabile. Di più, le cosche agrigentine, la loro prontezza e organizzazione "spaventa tutti". Non è solo una questione di prestigio. Si tratta soprattutto di affar..

    Continua a Leggere

  • Agrigento

    “Operazione Montagna”, la conferenza stampa alla Dda di Palermo

    di Redazione
    Pubblicato il 22 01 2018

    https://youtu.be/Bv32lBLBQW8..

    Continua a Leggere

  • Agrigento

    Operazione Montagna, colonnello Pellegrino: “Blitz sia segnale di fiducia nei confronti delle istituzioni”

    Pubblicato il 22 01 2018

    Quindici capi mafia arrestati. Una cosca decapita. La famiglia mafiosa agrigentina che perde quote di vertici e di gregari. La strada però resta in salita. Perché la mafia agrigentina è una mafia che “risponde a un’ortodossia antica. È il fiore all’occhiello della mafia siciliana”. <..


  • Agrigento

    Operazione “Montagna”: a Favara comanda Pasquale Fanara

    Pubblicato il 22 01 2018

    Dall'operazione antimafia "Montagna" dei carabinieri del Comando provinciale di Agrigento che hanno eseguito 56 ordinanze di custodia cautelare nei confronti dei vertici dei mandamenti e delle cosche di Cosa nostra dell'Agrigentino emergono importanti novità sugli assetti mafiosi territoriali e sul..


  • Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 - Iscrizione R.O.C.: 22361