Agrigento, tribunale assolve grottese da accusa di furto di rame

Agrigento, tribunale assolve grottese da accusa di furto di rame

0
SHARE
Il Tribunale di Agrigento

Giuseppe La Mendola, 23 anni, disoccupato di Grotte è stato assolto dal giudice monocratico del Tribunale di Agrigento, dall’accusa di furto di rame. Nello specifico La Mendola era stato fermato dai carabinieri di Grotte, e trovato in possesso di circa 14 Kg. di rame senza che il giovane sapesse giustificarne la provenienza. I carabinieri dopo attività di indagine sospettarono che si trattasse di rame rubato presso il cimitero di Grotte, dove in effetti numerose grondaie in rame erano state in precedenza sottratte. Il Giudice ha accolto le tesi della difesa sostenuta dall’avvocato Troja, assolvendo il giovane con la più ampia formula liberatoria, perché “il fatto non sussiste”.
La difesa, infatti, ha motivato la propria discussione sostenendo che fosse impossibile dimostrare che si trattasse
di rame ricevuto illegalmente ed in particolare il giovane poteva dimostrare la sua assoluta estraneità con gli episodi di furto precedentemente posti in essere.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY