Agrigento, verde e pubblico e alberi da abbattere: interviene Civiltà

Agrigento, verde e pubblico e alberi da abbattere: interviene Civiltà

0
SHARE

Il capogruppo di Forza Italia al Consiglio comunale di Agrigento, Giovanni Civiltà, interviene nel merito della manutenzione del verde pubblico e della pericolosità di tanti alberi da abbattere di conseguenza.

Civiltà afferma : “L’insana scelta, in passato, di piantare alberi senza tenere nella giusta considerazione il loro sviluppo, ha prodotto danni all’ambiente della città e all’incolumità degli abitanti. Alcune piante hanno la tendenza ad aumentare lo spessore e la lunghezza delle loro radici, provocando danni circostanti che costano alla collettività somme considerevoli.  Uno studio commissionato dal Comune ha evidenziato, a causa anche della mancanza di risorse economiche a disposizione, che il patrimonio verde della città non vive di ottima salute : circa il 10 per cento degli alberi ad alto e medio fusto rappresentano un rischio per l’incolumità pubblica.  Sarebbe allora auspicabile che l’ amministrazione Firetto sostituisca gli alberi pericolosi con alberi di arancio amaro, colmando così il vuoto. Si tratta di alberi coltivati dagli Arabi fin dal secolo nono. Tale pianta può abbellire le nostre strade e le nostre piazze, con fiori profumati (le zagare), e con frutti tutto l’anno, come apprezzato da tanti visitatori stranieri tramandati dalla letteratura. Una città ricca di alberi e giardini è una città più sostenibile e più sana” – conclude Giovanni Civiltà. 

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY