Akragas, ancora una sconfitta: 2-0 contro la Paganese. Agrigentini in crisi di...

Akragas, ancora una sconfitta: 2-0 contro la Paganese. Agrigentini in crisi di risultati

Condividi
Paganese - Akragas, il palo di Gomez

Il gol del vantaggio della Paganese
Il gol del vantaggio della Paganese

L’Akragas va via da Pagani con una cocente sconfitta e torna ad Agrigento a mani vuote. 

Poteva essere l’ora del riscatto ma, la quindicesima giornata, si è rivelata l’ennesima occasione gettata al vento. Adesso il ruolino comincia a farsi pesante e i numeri a diventare impietosi: nove partite senza vittoria di cui sei pareggi e tre sconfitte. Numeri che diventano ancor più scottanti se si consideri che tutte le squadre in lotta per la salvezza hanno conquistato comunque punti.

Gli agrigentini, che oggi hanno affrontato la prima delle due trasferte consecutive in programma, hanno giocato per la verità anche una buona prima frazione, seppur conclusa ancora una volta in svantaggio. Lello Di Napoli gioca la carta degli ex Longo e Palmiero, preferiti rispettivamente a Zanini (reduce da un infortunio) e Cocuzza. La gara comincia confermando le previsioni del prepartita con una Paganese che, da subito, prende in mano le redini del gioco amministrando e dettando i tempi del match. L’Akragas, però, è pimpante e da l’impressione di stare sul pezzo. E’ proprio degli agrigentini la prima occasione della partita sui piedi di Gomez. La gara, però, la sbloccano gli azzurrostellati con Eric Herrera, al quarto d’ora.La prima frazione si conclude con gli ospiti in svantaggio.

La ripresa è quel banco di prova che mister Di Napoli vuole a tutti costi superare. L’allenatore si aspetta una reazione maschia e di orgoglio che possa permettere ai suoi di raggiungere quantomeno il pareggio nel secondo tempo. Come spesso accade, però, l’Akragas si scioglie. Un calo sia fisico ma soprattutto mentale e di energie compromette il match che si inclina forse irrimediabilmente al minuto 68: dopo una bella triangolazione che coglie impreparata la retroguardia agrigentina è Reginaldo a trafiggere Pane e portare la propria squadra sul 2-0.

Con la partita in ghiaccio la Paganese si limita ad amministrare l’ultima parte della partita. Gli agrigentini provano a siglare in più occasioni la rete della bandiera ma senza neanche troppa convinzione.

I problemi in casa Akragas sono, adesso, evidenti più che mai. Una crisi societaria che inevitabilmente minaccia la tranquillità della squadra da una parte; dall’altra, una squadra che sembra esser entrata in una spirale fatta di risultati negativi e brutte prestazioni che, di conseguenza, scalfiscono autostima e convinzione.

Il lavoro che attende mister Di Napoli è di quelli impegnativi e la salvezza appare una meta inarrivabile. Continuando così…

Domenica, intanto, la seconda trasferta consecutiva: avversario di turno il Monopoli.

 

 

PAGANESE. Chiriac, Della Corte, Silvestri,Pestrin,Reginaldo, Deli,Cicerelli,Alcibiade,Herrera,Picone,Tagliavacche

AKRAGAS. Pane,Chazè,Carillo,Salandria,Marino,Sepe,Coppola,Longo,Gomez,Pezzella,Palmiero.

15ª GIORNATA
Catanzaro – Reggina 1-1
Melfi – Monopoli 3-2
Messina – Fondi 1-1
Siracusa – Cosenza 1-0
Catania – Vibonese 1-0
Paganese – Akragas 2-0 (Herrera al 15, Reginaldo 68°)
Fidelis Andria – Francavilla
Foggia – Casertana
Matera – Juve Stabia
Taranto – Lecce 

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *