Agrigento

Akragas, cuore oltre l’ostacolo: baby Sicurella riacciuffa il Fondi allo scadere (vd)

Un pareggio insperato ma – per come si era sviluppata la partita -assolutamente meritato. Un punto conquistato e riacciuffato all’ultimo secondo di una gara tanto rocambolesca quanto pazza. L’Akragas mostra all’intera Lega Pro come – a volte – gettando il cuore oltre l’ostacolo nulla appare scontato ed impossibile. Il baby Sicurella, giovane calciatore di Porto Empedocle, realizza il gol del pareggio al 95° all’esordio assoluto in Lega Pro.

Termina 2-2, dunque, lo scontro dell’Esseneto valido per la 23ª giornata del campionato di Lega Pro.

L’Akragas – in piena crisi societaria – si presenta alla sfida con tutti gli sfavori del caso: formazione rimaneggiata, se non obbligata; rosa imbottita di giovanissimi e stadio deserto.

Mister Di Napoli, del resto, lo aveva dichiarato in conferenza stampa: “Chi scenderà in campo darà tutto per questa maglia”.

L’Akragas non ci sta a recitare il ruolo della vittima sacrificale e comincia la partita con il piglio giusto dal punto di vista agonistico: si corre, si lotta su ogni pallone e non si regala nulla. Addirittura è Geni Russo a portare in vantaggio gli agrigentini al 5° minuto con una bella incursione sugli sviluppi di un calcio d’angolo. L’Akragas ha anche il merito di resistere agli attacchi degli ospiti – almeno tre palle nitide per pareggiare – e terminare il primo tempo in vantaggio.

Nella seconda frazione l’Akragas tenta di respingere le offensive del Fondi provenienti perlopiù dai piedi di Giannone, Gambino e Calderini. Al 71° l’episodio che cambia volto alla partita: Giannone si scontra con Russo e l’arbitro indica il dischetto: Calderini pareggia. Neanche 60 secondi dopo, approfittando di uno svarione, è ancora Calderini a punire l’Akragas ribaltando incredibilmente la partita: 1-2.

E qui scatta la reazione d’orgoglio, di cuore della baby Akragas: Di Napoli decide di inserire  i ragazzini della Berretti – tutti della provincia di Agrigento . Fra questi anche Sicurella, giovane attaccante classe 99 di Porto Empedocle. Nell’ultimo dei 5 minuti di recupero l’attaccante empedoclino si inventa la rete del pareggio che manda in visibilio i tifosi.

L’Akragas pareggia – meritatamente – una gara che rischiava di perdere. La reazione – quasi commovente – della squadra è una reazione anche alle tante voci e polemiche che si sono create intorno all’ambiente agrigentino.

 


akragas logo

AKRAGAS: Pane; Riggio, Thiago, Russo; Pezzella, Palmiero, Rotulo, Coppola, Longo; Gomez, Cochis. A disp.: Addario, Leveque, Caternicchia, Petrucci, Mazza, Sicurella, Giarrusso, Ortugno, Cappello. All. Di Napoli

 

 

fondi
UNICUSANO FONDI:

Coletta; Galasso, Marino, Signorini, Squillace; Varone, D’Angelo, Sernicola; Giannone, Gambino, Calderini. A disp.: Calandra, Di Sabatino, Iadaresta, Bertolo, Capuano, Tommaselli, Pompei. All.: Pochesci.

 

 

23ª GIORNATA.
AKRAGAS – FONDI 2-2 (Russo 4°, Calderini 71° – 72°, Sicurella 95°)
MELFI – COSENZA 0-0
MESSINA – JUVE STABIA 1-0
MONOPOLI – SIRACUSA 1-1
PAGANESE – FIDELIS ANDRIA 1-1
TARANTO – CASERTANA 0-0
MATERA – VIBONESE (18.30)
FOGGIA – FRANCAVILLA (20.30)

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

Grandangolo Agrigento il sito di notizie, attualità, cronaca, mafia della provincia di Agrigento e della Sicilia Direttore: Franco Castaldo E-mail: GRANDANGOLOAGRIGENTO@GMAIL.COM

Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 - Iscrizione R.O.C.: 22361

To Top