Akragas, la trattiva con Nava non decolla: stipendi da pagare entro il 16 dicembre, situazione complicata

Redazione

Agrigento

Akragas, la trattiva con Nava non decolla: stipendi da pagare entro il 16 dicembre, situazione complicata

di Redazione
Pubblicato il Dic 11, 2017
Akragas, la trattiva con Nava non decolla: stipendi da pagare entro il 16 dicembre, situazione complicata

Per due volte è stato rinviato il tanto atteso closing con Roberto Nava. La trattativa stenta a decollare ed entro il 16 dicembre c’è anche la grana degli stipendi dei calciatori da pagare per non violare il termine ultimo fissato per saldare le mensilità. 

La trattativa in corso per il passaggio di proprietà dell’Akragas al manager italo-svizzero Roberto Nava, stenta a decollare. Dopo un primo ultimatum fissato dall’attuale dirigenza per la giornata di lunedì, rinviato di altre 48 ore, è stato disatteso anche quest’ultimo step programmato e, per il momento, non sembrano esserci novità rilevanti.

Un cauto ottimismo filtrato nei primi giorni adesso fa largo ad una sensazione di incredulità oltre che di frenetica attesa tra i tifosi del Gigante. Sul tavolo della trattativa ballano, oltre i 350 mila euro di fideiussione e una lista di debiti maturati nei confronti di fornitori – di cui lo stesso  Nava era a conoscenza  avendo firmato peraltro un contratto preliminare di vendita, circa 160 mila euro di stipendi da saldare ai calciatori e allo staff entro il 16 dicembre, termine ultimo per il pagamento delle mensilità.  E sarebbe proprio quest’ulteriore sforzo economico chiesto a Nava ad aver rallentato il naturale corso della trattativa che sembra al momento in una fase di stallo. E’ probabile che – proprio per non farsi carico anche di questa somma – Nava stia prendendo ulteriore tempo. Tempo  che, però, manca all’attuale dirigenza che, con il patron Giavarini che ha annunciato un totale disimpegno economico, si ritrova circa dieci giorni per recuperare i 160 mila euro da versare ai tesserati.

Se il closing non dovesse essere annunciato per quella data si complicherebbe ancora di più il cammino dell’Akragas, ultima in classifica, con una governance che fa capo al solo Silvio Alessi e con le casse del club praticamente vuote.


Dal Web


Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 - Iscrizione R.O.C.: 22361