Ambasciatore Polonia a Lampedusa “per solidarietà” su migranti

Ambasciatore Polonia a Lampedusa “per solidarietà” su migranti

0
SHARE

La Polonia – contraria alle quote Ue per la distribuzione di migranti – invia a Lampedusa il suo ambasciatore in Italia, “in segno di solidarietà” e per avere una testimonianza diretta dell’emergenza immigrati. Lo ha annunciato l’ambasciatore polacco a Roma, Tomasz Orlowski, intervistato da askanews.
“Abbiamo deciso di andare la settimana prossima sull’isola di Lampedusa – ha detto l’emissario di Varsavia – Vado col mio staff, con un altro ambasciatore di un Paese nordico, per mostrare e testimoniare la nostra solidarietà. A Palermosaremo ricevuti dal sindaco Orlando, poi andremo a Lampedusa”.
Orlowski ha spiegato che la Polonia si oppone alle quote obbligatorie sia perchè contraria a un principio di “automaticità”, sia perchè la prospettiva di accogliere persone in fuga dal versante Sud del Mediterraneo necessita di un “cambiamento culturale” nel suo Paese e di un periodo di preparazione in senso più ampio. “Dobbiamo preparare la nostra popolazione in modo che arrivi ad accettare il diverso. Poi c’è un secondo fatto: dobbiamo preparare, predisporre le infrastrutture, l’aspetto logistico non è tanto automatico”, ha detto l’ambasciatore, sottolineando che non è un problema della sola Polonia: “La metà dei paesi europei sono come noi, non solo i Paesi del Nord o della Nuova Europa”.
Quindi a Lampedusa, per una missione che vuole essere innanzitutto “un gesto di solidarietà. E poi ci sarà un rapporto completo per le nostre autorità, per conoscere la situazione in maniera più obiettiva, per entrare in questa logica che la situazione che voi qui state vivendo è di emergenza. Per testimoniare che abbiamo capito”.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *