Aperti i cancelli di Expo2015, la Sicilia guiderà le attività dell’area del...

Aperti i cancelli di Expo2015, la Sicilia guiderà le attività dell’area del Mediterraneo

0
SHARE
Il maestoso Padiglione dell'Italia all'Expo2015, il suo costo è stato di 92mln di euro.

Expo 2015Expo Milano 2015 è l’Esposizione Universale che l’Italia ospiterà dal primo maggio al 31 ottobre 2015 e sarà il più grande evento mai realizzato sull’alimentazione e la nutrizione. Per sei mesi Milano diventerà una vetrina mondiale in cui i Paesi mostreranno il meglio delle proprie tecnologie per dare una risposta concreta a un’esigenza vitale: riuscire a garantire cibo sano, sicuro e sufficiente per tutti i popoli, nel rispetto del Pianeta e dei suoi equilibri. Un’area espositiva di 1,1 milioni di metri quadri, più di 140 Paesi e Organizzazioni internazionali coinvolti, oltre 20 milioni di visitatori attesi. Sono questi i numeri dell’evento internazionale più importante che si terrà nel nostro Paese.
Expo 2015.jpg2Expo Milano 2015 sarà la piattaforma di un confronto di idee e soluzioni condivise sul tema dell’alimentazione, stimolerà la creatività dei Paesi e promuoverà le innovazioni per un futuro sostenibile. Ma non solo. Expo Milano 2015 offrirà a tutti la possibilità di conoscere e assaggiare i migliori piatti del mondo e scoprire le eccellenze della tradizione agroalimentare e gastronomica di ogni Paese. Per la durata della manifestazione, la città di Milano e il Sito Espositivo saranno animati da eventi artistici e musicali, convegni, spettacoli, laboratori creativi e mostre.
Expo 2015.jpg2.jpg3La Sicilia coordinerà le attività dell’area comune del Cluster  Bio-Mediterraneo – Salute, bellezza e armonia e il calendario di eventi del Cluster per il semestre dell’evento. Presenti alla firma Ezechia Paolo Reale, assessore all’Agricoltura di Regione SiciliaStefano Gatti, responsabile del progetto Cluster per Expo Milano 2015 e Dario Cartabellotta, responsabile del Cluster Bio-Mediterraneo per la Regione Sicilia e Dirigente Generale del Dipartimento Regionale della Pesca Mediterranea della Regione Sicilia.
Expo 2015.jpg4Ad oggi questo Cluster  è l’unico guidato da un’istituzione pubblica: l’area ristorazione, le mostre e il programma di eventi all’interno dell’area comune del Cluster Bio-Mediterraneo saranno gestiti dalla Regione Sicilia che avrà anche il compito di coordinare i contributi dei Paesi Partecipanti nell’area comune.
Con questo ruolo “la Sicilia mostrerà ai visitatori la biodiversità del Mediterraneo con i suoi prodotti basati sulle attività fondamentali di pesca e agricoltura. Siamo orgogliosi di dare il nostro contributo di idee a una manifestazione che getterà un ponte tra culture” ha spiegato Ezechia Paolo Reale, aggiungendo che “la cultura mediterranea è portatrice di valori alternativi e originali rispetto a quelli che hanno governato le società finora”.
Expo 2015.jpg5La Sicilia metterà in condivisione con i visitatori di Expo Milano 2015 e con i Paesi  partecipanti la conoscenza sugli alimenti propria della cucina mediterranea, “dall’olio di oliva ai pomodori, passando per il cous cous la Sicilia vanta le eccellenze degli alimenti e dei prodotti che costituiscono il DNA della dieta mediterranea”, ha sottolineato Stefano Gatti.
Dario Cartabellotta ha evidenziato l’apporto della ricchezza culturale che la Sicilia porterà al Cluster: “Anche l’Unesco ha riconosciuto la dieta mediterranea come patrimonio dell’umanità. La biodiversità, ma anche la ricchezza della tradizione e delle culture alimentari, sono una caratteristica della Sicilia, esito di duemila anni di storia e di contaminazioni. Fenici, greci, romani, normanni, arabi, bizantini, spagnoli, fino ai piemontesi: la storia della Sicilia è quella di un incontro e scambio continuo di culture”.
Ed è proprio sullo spirito di incontro e scambio che è stata siglata questa partnership: attraverso cultura, cibo e tradizioni la Sicilia condurrà un percorso di avvicinamento tra i Paesi che si affacciano su questo mare e tra tutti i Paesi Partecipanti.  Del Cluster, oltre alla Sicilia, faranno parte Montenegro, Algeria, Serbia, Libano, Egitto, San Marino, Tunisia, Grecia, Libia, Malta e Albania.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *