Assemblea regionale Pd, Fausto Raciti: “Partito riparta da aut aut di Renzi”

Assemblea regionale Pd, Fausto Raciti: “Partito riparta da aut aut di Renzi”

0
SHARE
Fausto Raciti durante la direzione Pd

“Il punto che oggi siamo chiamati ad affrontare è riassumibile in una scelta e nella soluzione prospettataci dal premier Renzi: o si governa o si va a casa ed è questo il punto da cui dobbiamo cercare di ripartire”. Lo ha detto il segretario regionale del Pd Fausto Raciti intervento all’assemblea del Partito democratico al San Paolo Palace di Palermo. “Governare o andare a casa significa partire dal problema di questo governo – ha aggiunto -. Dobbiamo ripartire dalla necessità di restituire capacità, sostanza, linfa vitale all’azione di questo esecutivo e penso di poter rivendicare al nostro partito di aver condotto senza ipocrisie una battaglia politica a viso aperto rispetto al modello di governo che in questa regione si era imposto e di essere riusciti a ottenere risultati importanti in questo senso”. Ed ancora “Il Pd deve affrontare il tema del Mezzogiorno dato che governa tutte le regioni meridionali e la Sicilia, il governo regionale, il Pd siciliano devono entrare in questo dibattito con la consapevolezza che questo è il momento per affrontare fino in fondo una questione sociale drammatica che ha a che fare con la deindustrializzazione, l’impoverimento e il sottosviluppo strutturale del mezzogiorno. Oggi serve una politica per il mezzogiorno – ha aggiunto – Non basta piangersi addosso ma le maniche dobbiamo rimboccarcele tutti: i governi regionali e delle autonomie locali e il governo nazionale. Perché – ha sottolineato – non esiste una politica per il mezzogiorno che non è una politica nazionale”. Secondo Raciti, “le risorse europee non bastano per il mezzogiorno”. “Le risorse europee hanno un tratto di aggiuntività rispetto alle risorse ordinarie – ha detto – All’Italia serve imitare quello che ha fatto la Germania dopo l’unificazione, con una grande mobilitazione di risorse da nord verso sud. La Germania ha fatto in venti anni quello che l’Italia non ha fatto in 150 anni”.
Sulla sanità aggiunge durante l’assemblea del partito al San Paolo Palace Hotel di Palermo: “Stiamo portando avanti un lavoro importante nella sanità siciliana e con la nomina di Baldo Gucciardi, il Pd intende proseguire il lavoro di Lucia Borsellino. Possiamo solo andare avanti e non certo tornare al passato”, ha detto il segretario regionale dei Dem, facendo un riferimento, anche se mai esplicito, a una possibile candidatura a Palazzo d’Orleans, dell’ex assessore alla Sanità, Roberto Lagalla, rettore uscente dell’Università di Palermo.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *