Beni confiscati alla mafia, disposte verifiche su Comune di Licata

Beni confiscati alla mafia, disposte verifiche su Comune di Licata

0
SHARE
Umberto Postiglione, già prefetto di Agrigento e Palermo

L’Agenzia nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata, diretta dal prefetto Umberto Postiglione, avrebbe già avviato una serie di verifiche sulla scorta di una relazione sullo stato dei beni confiscati nel territorio di Licata inviatale nei primi di marzo dall’associazione “A testa alta”.

Secondo indiscrezioni, gli accertamenti potrebbero essere già stati affidati al Prefetto di Agrigento, Nicola Diomede, e il Comune di Licata sarebbe stato invitato a fornire chiarimenti rispetto ad alcune anomalie riscontrate da A testa alta.

 

Fai clic su ADD TO CART e si aprirà una finestra con un pulsante rosso. Clicca su di esso: ti apparirà una nuova finestra dove potrai acquistare il settimanale Grandangolo. Completato il pagamento riceverai una mail di ringraziamento con (in basso dentro la finestra stessa) un link che ti permetterà  di aprire un’ultima finestra da dove poter scaricare il file in pdf.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY