Benzinaio ucciso, l’assassino in aula: “Sono distrutto”. Dolore ai funerali della vitima

Benzinaio ucciso, l’assassino in aula: “Sono distrutto”. Dolore ai funerali della vitima

0
SHARE
I funerali del benzinaio ucciso

I funerali del benzinaio ucciso, i familiari
I funerali del benzinaio ucciso, i familiari
I funerali del benzinaio ucciso, la moglie
I funerali del benzinaio ucciso, la moglie
I funerali del benzinaio ucciso
I funerali del benzinaio ucciso

“Sono distrutto e a disposizione dell’autorita’ giudiziaria”. Lo ha detto Mario Di Fiore, il sessantatrenne piccolo imprenditore edile accusato di omicidio aggravato da futili motivi per aver ucciso con un colpo di pistola Nicola Lombardo, 44 anni, impiegato di una pompa di benzina, sabato scorso a Palermo.

L’uomo e’ compardo in aula davanti al giudice Daniela Cardamone per la convalida del fermo. Di Fiore ha sostenuto di aver sparato l’unico colpo, che ha centrato la vittima alla milza, perche’ avrebbe percepito una reazione da parte del benzinaio e che il prezzo del pieno di carburante non c’entra nulla.

Per la ricostruzione dell’accusa, i due avrebbero litigato per un differenza di 6-7 euro sul prezzo da pagare. Secondo la difesa l’arma con cui Di Fiore ha sparato, una pistola calibro 7,65 illegalmente detenuta, era stata ritrovata dall’imprenditore in via Rosolino Pilo mentre eseguiva lavori di ristrutturazione di un immobile.

La pistola sarebbe appartenuta a un uomo del 1923. Per Di Fiore la Procura ha chiesto la convalida del fermo e la custodia cautelare in carcere. Il difensore, l’avvocato Giuseppe Avarello, anche alla luce della confessione resa dall’indagato, ha chiesto gli arresti domiciliari con l’uso del braccialetto elettronico. Il Gip si e’ riservato la decisione.

Intanto si sono celebrati i funerali di Nicola Lombardo, 44 ann, assassinato con la pistolettata davanti il distributore di carburante. Dolore, rabbia e tanti interrogativio nei visi della moglie e degli altri familiari.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *