Bocciato accordo Almaviva, riparte protesta degli operatori

Bocciato accordo Almaviva, riparte protesta degli operatori

0
SHARE

Bocciato l’accordo, riparte la protesta. Nuova ondata di scioperi e presidi dei lavoratori Almaviva di Palermo. La vittoria del no al referendum che ha affossato lo schema dell’intesa formulata al ministero dello Sviluppo economico, fa ripartire la procedura di mobilita’ per 2988 dipendenti nel capoluogo siciliano, a Roma e Napoli. Sono rimasti trenta giorni di tempo per fermare il conto alla rovescia e impedire i licenziamenti. Cosi’ per domani e’ programmato uno sciopero di due ore e per sabato dell’intera giornata, con un corteo che partira’ da piazza Marina alle 9. Astensione dal lavoro anche martedi’ e giovedi’ prossimi, con sit-in davanti alle sedi dei committenti Enel e Tim. Una mobilitazione che punta a riavviare il confronto tra azienda, parti sociali e istituzioni, ai fini della revoca dei licenziamenti e della definizione di un piano industriale.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY