Cronaca

Botte ai 4 figli senza cibo e tra escrementi, arrestato. Le immagini choc (vd)

Maltrattava i quattro figli piccoli, abbandonati a loro stessi, senza cibo e costretti a vivere tra sporcizia ed escrementi. Con questa accusa un uomo della provincia di Ragusa è stato arrestato dalla Squadra mobile iblea. E’ stato scoperto nel corso di intercettazioni disposte nel corso di un’indagine per altri reati. Gli agenti che ascoltavano le sue telefonate sono stati testimoni in diretta delle violenze. La Polizia di Stato conosceva bene l’arrestato in quanto aveva già violentato la moglie e per questo era stato già arrestato; tornato in libertà, avrebbe dovuto prendersi cura dei figli, considerato che la moglie straniera era fuggita abbandonando i piccoli. Invece, nessuna cura per questi bambini. I poliziotti hanno raccolto tutti gli elementi di prova a carico del padre dei quattro piccoli e il sostituto procuratore Marco Rota ha immediatamente richiesto ed ottenuto la misura cautelare della custodia in carcere.

Il padre al telefono con i propri genitori si vantava di avere fatto male ai propri figli e per questo veniva redarguito. Strazianti le telefonate dei piccoli di notte ai nonni: “Vienimi a prendere, papà non si sveglia, non abbiamo mangiato tutto il giorno”.

 L’indagine si è conclusa in tempi record proprio per la pericolosità dell’uomo ed il rischio che correvano i bambini.

Al momento dell’esecuzione, gli uomini della Squadra mobile, con i colleghi del locale commissariato, si sono presentati a casa del padre violento, che non appena ha compreso che doveva essere condotto in carcere, è andato in escandescenze, forse anche per l’assunzione di droga. Terribile la scena che si è presentata agli occhi dei poliziotti: sporcizia ovunque, spazzatura, escrementi, mobili distrutti, indumenti a terra, materassi sporchi senza lenzuola.

Considerata la gravità dei fatti commessi e la delicatezza dell’intera vicenda che vedeva il coinvolgimento anche dei nonni (che non hanno denunciato i fatti, seppure molte volte abbiano assistito i piccoli), non è stato possibile affidare i bambini ai familiari, pertanto sono stati interessati l’Ufficio minori della Divisione anticrimine della questura di Ragusa e gli assistenti sociali. I bambini (alcuni avevano ancora i segni addosso delle violenze subita), sono stati portati negli uffici della Squadra mobile insieme ai nonni dove, con l’aiuto di personale specializzato, è stato spiegato loro che dovevano andare per un breve periodo in una comunità.

L’arrestato è stato condotto in carcere.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

Grandangolo Agrigento il sito di notizie, attualità, cronaca, mafia della provincia di Agrigento e della Sicilia Direttore: Franco Castaldo E-mail: GRANDANGOLOAGRIGENTO@GMAIL.COM

Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 - Iscrizione R.O.C.: 22361

To Top