Calcoli Tari sbagliati: il buongiorno a Licata non si vede dal mattino

Calcoli Tari sbagliati: il buongiorno a Licata non si vede dal mattino

0
SHARE
La Giunta comunale di Licata

La nuova Giunta comunale di Licata inanella una nuova sconfitta politica, che questa volta sa anche di brutta figura di fronte alla cittadinanza. Già aveva perso il primo round – l’elezione del presidente del Consiglio comunale – di quello che si annuncia come un lungo scontro con l’opposizione. Ma qualche giorno fa la giunta è pure incappata in un colossale errore nel calcolo della riduzione della Tari. Che, sbandierata ai quattro venti come alleggerimento per le tasche di famiglie e imprese, si è invece rivelata tutto il suo contrario. E se l’opposizione, calcoli alla mano, non ne avesse prontamente denunciato gli errori, di valutazione e di stima oltreché di elementare ragionieristica, – errori di cui la stessa giunta ha in un secondo tempo preso atto, scaricandoli con nonchalance sulla fallimentare gestione della Dedalo – l’intera cittadinanza avrebbe pagato un tributo, non solo superiore al dovuto, ma pure contabilmente sbagliato.
Può passare inosservata, sul piano politico, una cosa del genere?
Non dovrebbe indurre i cittadini a ritenere fin da ora che, da questo punto di vista, Licata è forse finita in mani sbagliate?
Se la Giunta di Angelo Cambiano sbaglia i calcoli relativi al tributo Tari, figuriamoci cosa può, cosa potrebbe fare in sede di presentazione del tanto atteso bilancio finanziario del Comune. Con la contabilità non si scherza. Se non è affidata a persone e assessori competenti, si rischiano conseguenze irreparabili.
Intanto il dato emerso oggi, e da questa farsesca vicenda in particolar modo, è che l’opposizione è la vera guida politica della città. Una cosa su cui la giunta deve riflettere per evitare altre brutte figure e altre sconfitte in consiglio comunale e davanti all’opinione pubblica.
Invece di dedicare tanto tempo a impiantare e a spiantare i gazebo continuamente, a fare sagre e a riproporre ancora una volta manifestazioni come Vele e Sapori – roba, quest’ultima per pochi appassionati – è alle cose urgenti per Licata che il sindaco e i suoi collaboratori devono pensare.
Ad abbassare realmente le tasse, a eliminare le tante buche lungo le strade e ad affrontare il problema endemico del randagismo.
Se il buongiorno per la nuova giunta doveva vedersi dal mattino, è un buongiorno che già dai primi mesi si rivela denso di nubi.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *