Caltanissetta, riprendere erogazione idrica, ma acque non è potabile

Caltanissetta, riprendere erogazione idrica, ma acque non è potabile

0
SHARE

Ripresa la distribuzione idrica a Caltanissetta dopo due giorni di stop, ma e’ consentito in via temporanea il solo uso non potabile. Dislocate autobotti in tre punti della citta’. Lo rende noto il gestore del servizio idrico Caltaqua. Lunedi’ si era verificato uno scoppio lungo la condotta Ancipa di pertinenza di Siciliacque, nei pressi di Cozzo Olivo. Pertanto, a seguito dell’interruzione degli acquedotti Blufi e Madonie ovest, era stata bloccata l’erogazione nel capoluogo nisseno. L’acqua reimmessa in rete e’ risultata avere un parametro di torbidita’ lievemente superiore alla soglia massima consentita, per cui e’ stato deciso, con ordinanza del sindaco, il divieto – sino a nuova disposizione – dell’acqua per usi potabili. La decisione e’ stata presa nel corso di un vertice tecnico, convocato d’urgenza per valutare al meglio la situazione, svoltosi nel pomeriggio al Comune e al quale hanno preso parte anche i rappresentanti del Consorzio Ato idrico CL6, dell’Asp, di Siciliacque e di Caltaqua. La distribuzione, con la limitazione ai soli usi non potabili, oggi e’ gia’ avvenuta nelle zone di Balate, Firrio, Paladino e Gibil Gabib. Le autobotti sono state dislocate a Santa Barbara, piazza Mercato Grazia e piazza Falcone e Borsellino. Caltaqua ed Asp effettueranno un monitoraggio costante sulla qualita’ dell’acqua immessa in rete. L’ordinanza che vieta l’utilizzo dell’acqua per usi potabili verra’ revocata non appena il parametro relativo alla torbidita’ tornera’ entro i limiti previsti. Infine, e’ stato concordato che domani la distribuzione avverra’ nelle zone di Sanatorio, centro storico, Angeli, via Amedeo Stazzone e Trabonella

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY