Canicattì, accusato di tentato omicidio, lascia carcere e va in comunità

Canicattì, accusato di tentato omicidio, lascia carcere e va in comunità

0
SHARE
Diego Cutaia, Canicattì

E’ accusato di aver tentato di uccidere la madre ed il fratello ed ora va in una comunità terapeutica.

Si tratta di Diego Cutaia, operaio di Canicattì, arrestato lo scorso marzo. Secondo l’accusa deve rispondere di duplice tentato omicidio, maltrattamenti e danneggiamento per una vicenda che risale al 17 marzo scorso e che si è verificata nell’abitazione della madre con cui il Cutaia convive.

Sembra che l’uomo avrebbe aggredito la madre ed il fratello con i quali era intento a pranzare e li avrebbe picchiati. Andato in escandescenze il canicattinese avrebbe anche danneggiato mobili e vetri dell’abitazione. Secondo quanto ricostruito Cutaia sarebbe stato armato di un piccola ascia con la quale si sarebbe scagliato contro il fratello cercando di colpirlo.

Il canicattinese ha reso piena confessione in fase di interrogatorio.

Ora arriva la decisione del Tribunale di Agrigento che ha accolto la revoca della misura cautelare, chiesta dal difensore di Diego Cutaia, e concesso una misura alternativa presso una delle strutture della comunità terapeutica dell’associazione “Terra promessa” in attesa del processo.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *