Canicattì, il Nursind sulla chiusura del reparto di chirurgia: gravi disagi per tutta la popolazione

Redazione

Canicattì

Canicattì, il Nursind sulla chiusura del reparto di chirurgia: gravi disagi per tutta la popolazione

di Redazione
Pubblicato il Gen 17, 2018
Canicattì, il Nursind sulla chiusura del reparto di chirurgia: gravi disagi per tutta la popolazione
Chiude il reparto di chirurgia dell’ospedale Barone Lombardo e insorge il Nursind, il sindacato delle professioni infermieristiche: “Bisogna subito rimetterlo in funzione anche tramite l’utilizzo della mobilità d’urgenza o del comando”.
Il reparto sarà temporaneamente  sospeso per dieci giorni a causa dell’assenza di una figura apicale. In realtà, spiega il Nursind, nel nosocomio il primario manca da agosto e adesso è andato in malattia un altro medico che eseguiva interventi. Dunque una situazione precaria che va risolta al più presto.
Salvatore Terrana, segretario territoriale, spiega che il sindacato è “seriamente preoccupato per la criticità venutasi a creare con la sospensione dei ricoveri e il blocco degli interventi di elezione. Tale chiusura – prosegue il Nursind di Agrigento – anche se temporanea nelle sue intenzioni, andrà a creare notevoli disagi alla popolazione che ha come punto di riferimento il presidio di Canicattì e anche il pronto soccorso sarà costretto a trasferire i pazienti verso altre strutture intasando il servizio di emergenza e urgenza con l’utilizzo delle autoambulanze e del personale per i trasferimenti”.
Il Nursind chiede quindi di “superare l’emergenza attraverso qualsiasi altra strategia utile per garantire l’assistenza chirurgica a un bacino di utenza come quello di Canicatti”.


Dal Web


Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 - Iscrizione R.O.C.: 22361