Canicattì, picchiano connazionale per aver occupato posto per chiedere l’elemosina: arrestati

Canicattì, picchiano connazionale per aver occupato posto per chiedere l’elemosina: arrestati

0
SHARE
Pius Ijabor e Festus Agbawon

Avrebbe “occupato” il posto – nel piazzale antistante un supermercato – per chiedere l’elemosina. Pestato a sangue. E’ accaduto ieri a Canicattì alle ore 15.30 circa in via Bufalino, all’interno del piazzale dell’esercizio commerciale “Ard Discount”.

Due nigeriani, Pius Ijabor e Festus Agbawon, entrambi 27enni, celibi, nullafacenti, censurati, il secondo senza fissa dimora l’altro domiciliato presso comunità alloggio denominata “Spess”, sita in via Giudice Saetta, hanno aggredito un loro connazionale 35ene, reo di aver preso posto nel citato spiazzo per chiedere l’elemosina.

I due assalitori con calci, pugni ed urla, davanti a passanti ed avventori inermi colpivano ripetutamente la loro vittima provocandogli, trauma toracico lombare e mano sx”.

Immediatamente allertate le Forze dell’Ordine giungevano sul posto pattuglia Aliquota Radiomobile Carabinieri e volante del vicino Commissariato di P.S. che accerchiavano i due nigeriani visibilmente alterati. Dopo aver proferito minacce nei confronti degli operanti, si scagliavano contro gli uomini in uniforme con calci e pugni nonché uno di loro brandendo una lunga asta metallica di mt 2,3 circa raccolta sul posto tentava di tenere lontano i militari. Dopo circa 10 muniti le forze dell’ordine avevano la meglio subendo, alcuni, qualche escoriazione.

Ammanettati, i due venivano trasportati dalle pattuglie dei Cc e Ps e condotti presso il Comando Compagnia Cc di Canicattì ove venivano dichiarati in stato di arresto per i reati di  “lesione personali aggravate” “minacce, violenza e resistenza a P.u.” “in concorso” e terminate le formalità di rito, venivano tradotti nel carcere  “Petrusa” di Agrigento a disposizione dell’A.G..

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY