Clochard bruciato, resta in carcere il benzinaio omicida

Redazione

Ultime Notizie

Clochard bruciato, resta in carcere il benzinaio omicida

di Redazione
Pubblicato il Mar 14, 2017
Clochard bruciato, resta in carcere il benzinaio omicida

Resta in carcere Giuseppe Pecoraro, il benzinaio di 45 anni fermato dalla polizia perche’ accusato di avere ucciso Marcello Cimino, il clochard bruciato vivo, nella notte tra venerdi’ e sabato scorso, mentre dormiva sotto il portico della missione San Francesco, a PALERMO. Il gip del capoluogo siciliano ha convalidato il fermo dell’indagato, disponendo la custodia cautelare in carcere. Pecoraro, che ha confessato l’omicidio, nel corso dell’interrogatorio davanti al gip, ha ribadito di essersi pentito. All’origine del gesto la gelosia, che ha armato la mano dell’assassino, convinto di una relazione sentimentale tra Cimino e la moglie. I difensori avevano chiesto il trasferimento dell’indagato in una struttura sanitaria, ma il giudice ha rigettato l’istanza.


Dal Web


Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 - Iscrizione R.O.C.: 22361