Consiglio comunale Agrigento, odg sui netturbini licenziati; Arnone cacciato dall’aula (video)

Consiglio comunale Agrigento, odg sui netturbini licenziati; Arnone cacciato dall’aula (video)

0
SHARE
Monsignor Montenegro con i netturbini che protestano davanti il municipio

Il Consiglio comunale di Agrigento ieri ha discusso, come da ordine del giorno, della questione dei 18 netturbini licenziati per mancanza della necessaria copertura finanziaria. Il Consiglio ha approvato all’unanimità e firmato un ordine del giorno, dal valore solo politico, in cui si ribadisce l’obbligo da parte delle imprese di rispettare i livelli occupazionali e garantire quindi lavoro a tutti i 142 netturbini. L’ordine del giorno raccomanda all’Amministrazione comunale di controllare che si rispetti quanto previsto dal bando eventualmente sanzionando le inadempienze. Anche il Consiglio, come già l’Amministrazione, ha espresso contrarietà ad aumentare l’importo del bando.
La seduta dello stesso Consiglio era stata animata, da par suo, dall’avvocato Giuseppe Arnone che, postosi a capo di un comitato di cittadini ancora da costituire, composto da abitanti di contrada Maddalusa, proprietari delle case dichiarate “abusive”, intendeva esporre per due minuti in aula “Sollano” uno striscione contenenti frasi di protesta all’indirizzo del ministro Alfano. Tale richiesta non è stata accolta dal presidente del Consiglio comunale, Daniela Catalano motivando che “il regolamento non consente l’esposizione di cartelli o striscioni in aula”. Ma i cittadini, guidati dall’avvocato Arnone, lo hanno comunque esposto. Poi il coro “Gettoni! Gettoni!” e la richiesta della presidente alle forze dell’ordine di allontanare Arnone.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *