Contrabbando di carburante, 15 arresti: tutti i nomi e le foto (video)

Redazione

Catania

Contrabbando di carburante, 15 arresti: tutti i nomi e le foto (video)

di Redazione
Pubblicato il Nov 11, 2016
Contrabbando di carburante, 15 arresti: tutti i nomi e le foto (video)

Sono quindici le persone raggiunte da un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nell’ambito di un’inchiesta sul contrabbando di carburante condotta dagli agenti della Polizia di Stato di Ragusa, che ha sgominato una vera e propria organizzazione.

Una sedicesima persona è stata fermata nel corso dell’operazione ed altre 65 sono state denunciate. Le misure cautelari sono state emesse dal Gip di Ragusa su richiesta della Procura iblea.

Cinque sono state eseguite nei territori di Ragusa, Vittoria, Modica, Scicli e Pozzallo; sei ad Augusta, nel siracusano; tre sono state eseguite nel calatino, tra Mineo, Grammichele e Caltagirone ed una a Torino, luogo dove uno degli indagati aveva trasferito la residenza.

I provvedimenti sono stati notificati a Salvatore Agosta, 44 anni, nato a Modica; Luca Bellistri, 39 anni, nato a Augusta; Sebastiano Cacciola, 45 anni, nato a Catania; Giuseppe Cappuccio, detto Pino, 53 anni, nato a Augusta; Ivan Castrogiovanni, 25 anni, nato a Siracusa; Marco Castrogiovanni, 42 anni, nato a Siracusa; Giovanni Cudde’, 38 anni, nato a Caltagirone; Claudio Iacono, 59 anni, nato a Floridia; Michele Iemmolo, 61 anni, nato a Modica; Michele Novello, 40 anni, nato a Caltagirone; Daniele Pupillo, 31 anni, nato a Siracusa; Saverio Rinaldi, 52 anni, nato a Siracusa; Antonino Saraceno, 40 anni, nato ad Augusta; Salvatore Spadaro, 46 anni, nato a Messina; Andrea Venuto, 22 anni, nato a Augusta.

Durante il blitz, gli uomini della Squadra Mobile di Ragusa hanno arrestato anche Fabio Carnevale, 32 anni, di Siracusa, che stava rifornendo la vettura di una donna. Nel corso del controllo è giunta anche un’altra donna, di professione architetto, intenzionata a rifornire la sua auto.


Dal Web


  • Catania

    Blitz “Montagna”, pizzo sui migranti: “Spaventiamo tutti”

    Pubblicato il 22 01 2018

    Un rullo compressore la mafia di Agrigento, "molto più pericolosa e seria", altro che quella palermitana, considerata inaffidabile. Di più, le cosche agrigentine, la loro prontezza e organizzazione "spaventa tutti". Non è solo una questione di prestigio. Si tratta soprattutto di affar..

    Continua a Leggere

  • Catania

    “Operazione Montagna”, la conferenza stampa alla Dda di Palermo

    di Redazione
    Pubblicato il 22 01 2018

    https://youtu.be/Bv32lBLBQW8..

    Continua a Leggere

  • Catania

    Operazione Montagna, colonnello Pellegrino: “Blitz sia segnale di fiducia nei confronti delle istituzioni”

    Pubblicato il 22 01 2018

    Quindici capi mafia arrestati. Una cosca decapita. La famiglia mafiosa agrigentina che perde quote di vertici e di gregari. La strada però resta in salita. Perché la mafia agrigentina è una mafia che “risponde a un’ortodossia antica. È il fiore all’occhiello della mafia siciliana”. <..


  • Catania

    Operazione “Montagna”: a Favara comanda Pasquale Fanara

    Pubblicato il 22 01 2018

    Dall'operazione antimafia "Montagna" dei carabinieri del Comando provinciale di Agrigento che hanno eseguito 56 ordinanze di custodia cautelare nei confronti dei vertici dei mandamenti e delle cosche di Cosa nostra dell'Agrigentino emergono importanti novità sugli assetti mafiosi territoriali e sul..


  • Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 - Iscrizione R.O.C.: 22361