Contrada: dichiarato inammissibile ricorso per revoca sentenza

Contrada: dichiarato inammissibile ricorso per revoca sentenza

Condividi

La prima sezione della Corte d’appello di Palermo ha dichiarato inammissibile il ricorso presentato da Bruno Contrada per ottenere la revoca della sentenza.

Nel provvedimento, firmato dal Presidente del Collegio, Gianfranco Garofalo, si da’ atto della contrarieta’ della richiesta dell’ex numero tre del Sisde ai principi dell’ordinamento giuridico italiano. L’avvocato Stefano Giordano ha preannunciato il ricorso ulteriore in Cassazione.

Contrada, basandosi su una sentenza della Corte europea dei diritti dell’uomo, che aveva condannato lo Stato italiano a pagargli 10mila euro, aveva sostenuto che il reato di concorso esterno in associazione mafiosa, al tempo in cui lui lo avrebbe commesso, non era sufficientemente definito dalla legge e dalla giurisprudenza italiane.

Per questo motivo era stata sollecitata la revoca della condanna a 10 anni nei confronti dello stesso ex capo della Criminalpol della Sicilia occidentale. La richiesta e’ stata ritenuta pero’ tale da non poter essere presa in considerazione

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *