Controllo della Polizia nel rione Librino trovati 270 grammi di cocaina: uomo...

Controllo della Polizia nel rione Librino trovati 270 grammi di cocaina: uomo arrestato

0
SHARE
La cocaina sequestrata

Alfio Maniscalco
Alfio Maniscalco
In data odierna, personale del Commissariato di Librino unitamente al Reparto Prevenzione Crimine di Catania, unità cinofile dell’U.P.G.S.P. della locale Questura, al personale del Reparto Volo della Polizia di Stato – Reggio Calabria a bordo di elicottero, ai Baschi Verdi in forza al Comando Guardia di Finanza Gruppo Catania, nel quadro dei servizi di controllo del territorio disposti dal Questore di Catania dott. Marcello Cardona volti alla prevenzione dei reati predatori, ha operato dei controlli nel rione Librino effettuando ben tre perquisizioni domiciliari in Viale Grimaldi nr. 18, scala P.
Nello specifico, per l’esecuzione di una di detta perquisizione domiciliare effettuata all’interno di un appartamento disabitato in fase di ristrutturazione, personale operante accedeva per il tramite della auto-scala dei Vigili del Fuoco, espressamente richiesti per intervento ad hoc. All’interno, si rinvenivano, nr. 6 involucri, ben gr. 270 di verosimile sostanza stupefacente del tipo cocaina di cui un minima parte mista (c.d. “in pietra” ed in polvere), mentre buona parte c.d. “in pietra”, pertanto ancora da tagliare, con un esponenziale valore commerciale quantificabile al dettaglio in oltre trentamila euro.
Librino, veduta dall'alto
Librino, veduta dall’alto

Successivamente a detta operazione, un inquilino dell’immobile, tale MANISCALCO Alfio nato a Catania (classe 1970) sedicente pescivendolo, nei cui confronti personale operante nutriva dubbi circa sue responsabilità penali, ammetteva la disponibilità dell’immobile, consegnando nella circostanza la chiave di accesso.
Pertanto, veniva tratto in arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente del tipo cocaina.Ulteriori accertamenti sono in corso relativamente ai mezzi di locomozione in uso allo stesso e per cui, sarà richiesta la confisca secondo la normativa vigente.
Nell’ambito del servizio veniva, altresì, richiesto l’intervento della squadra dell’ENEL al fine di verificare la liceità degli allacciamenti, a seguito di ciò venivano riscontrate ben 5 posizioni irregolari su un totale di 6 appartamenti, per cui sono in corso ulteriori verifiche.
L’ulteriore collaborazione della Polizia Municipale consentiva, anche, il sequestro di ben 14 autovetture, parcheggiate nei pressi della palazzina oggetto dell’odierno controllo, in quanto prive di assicurazione.
Contestualmente, sotto il profilo amministrativo, gli agenti della Squadra Amministrativa del citato Commissariato di Librino procedevano al controllo di una sala giochi e di una sala da barba, gli esiti dei cui accertamenti sono tuttora in fase di sviluppo.
A seguito di altra attività della squadra di P.G. del medesimo Commissariato, sempre finalizzata al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti, ed espletata nel pomeriggio del 16 u.s., nei pressi del c.d. Palazzo di Cemento, venivano controllati due cittadini siracusani, a carico di uno dei quali si registrava, fra gli altri, il reato di associazione per delinquere di stampo mafioso e finalizzato al traffico di sostanze stupefacente, unitamente ad un noto pluripregiudicato della zona, con reati specifici in materia di droga. Constatando che ambedue non riuscivano a giustificare la propria presenza in questo centro per ragioni affettive e/o lavorative veniva avanzata proposta di foglio di via obbligatorio con divieto di ritorno nel Comune di Catania per anni tre.
Il materiale rinvenuto
Il materiale rinvenuto

Inoltre, a seguito di denuncia sporta presso il Commissariato di Librino, veniva indagato allo stato libero il catanese S. L., (classe 1969) poiché, in qualità di coniuge, non ha corrisposto per oltre un anno l’assegno di mantenimento per il proprio figlio, all’epoca ancora minorenne.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *