Coppa Italia, all’Esseneto arriva il Catanzaro: l’Akragas in cerca dei gol perduti...

Coppa Italia, all’Esseneto arriva il Catanzaro: l’Akragas in cerca dei gol perduti e della vittoria

0
SHARE
Akragas in campo

Akragas - Casertana, azione
Akragas – Casertana, azione
Con le ultime tre sfide di oggi si chiude il quadro del secondo turno di Coppa Italia che deve consegnare le ultime tre squadre che andranno a comporre il tabellone generale, unendosi alle 13 compagini già qualificate.

QUI AKRAGAS. L’Akragas di Nicola Legrottaglie è chiamata, seppur come dichiarato ad inizio stagione la priorità rimanga sempre il campionato, a riscattare la prova deludente di domenica scorsa, culminata con una sonora sconfitta inflitta dalla capolista Casertana che, venuta ad Agrigento, ha rifilato ben 4 goal alla squadra di Legrottaglie. Quest’ultima uscita ha fatto suonare dei campanelli di allarme ai biancazzurri, non tanto per il cammino finora in campionato che rimane comunque positivo per una matricola, bensì per l’approccio che i giocatori mostrano di avere, soprattutto nelle partite giocate in casa. Infatti, sono i numeri che si manifestano in casa che “condannano” l’Akragas ad un cambiamento di rotta: da quando i biancazzurri sono tornati tra le mura amiche non si conosce più la parola vittoria. Zero gol fatti, 8 goal subiti nelle ultime tre partite casalinghe e zero punti raccolti. Proprio per questo motivo la partita di oggi assume dei connotati particolari, che vanno oltre il raggiungimento, pur sempre gradito, del terzo turno in Coppa. L’Akragas è chiamata ad uscire gli attributi, mostrare carattere e, cosa più importante, creare gioco, quasi assente nelle uscite casalinghe. Una squadra dalle due facce: spietata e concreta in trasferta; morbida e inconcludente in casa.
Nicola Legrottaglie, dopo la batosta con tanto di scuse personali ai tifosi domenica scorsa, sta preparando al meglio la partita di oggi: sfruttando anche le decisioni del giudice sportivo che squalificherà in campionato per la prossima partita (a Martina Franca) sia Capuano che Zibert è probabile un impiego di questi ultimi dal primo minuto. Nella lista dei convocati non compaiono il portiere Vono, che proprio in un match di Coppa contro il Catania ha conquistato la maglia da titolare e non più levata, e Almiròn, bersagliato da numerose critiche dopo la prestazione deludente di domenica. E’ probabile un impiego dal primo minuto anche per il giovane Cristaldi al centro dell’attacco. Vincere e convincere è l’obbligo dei ragazzi di Legrottaglie che hanno anche il compito di “riprendersi” l’Esseneto, campo in cui la vittoria manca dal match di Coppa con il Catania ma che, in campionato, non è ancora arrivata (ad Agrigento.)

QUI CATANZARO. Mister Erra, nella conferenza della vigilia, ha annunciato un ampio turnover in vista del match di oggi, concedendo più spazio a chi finora ne ha avuto di meno. L’elenco dei convocati, imbottito di under, lascia presagire che il Catanzaro onorerà ovviamente la sfida di Coppa ma che, la testa e non solo, sono già rivolte allo scontro di domenica prossima contro il Messina in campionato. L’allenatore deve valutare ancora le condizioni fisiche di alcuni atleti, soprattutto quelli acciaccati come Foresta e Mancuso. Probabile che il Catanzaro all’Esseneto schieri un iniziale 4-3-3 . Fra i pali si dovrebbe rivedere Scuffia o in alternativa Cannizzaro, in difesa saranno utilizzati il giovane Fulco e Sirigu che dovrebbero agire da terzini, rispettivamente destro e sinistro con Caselli e D’Orsi nel ruolo di centrali. Vista la carenza di uomini nella zona nevralgica, nel mezzo potrebbe essere provato Orchi nel ruolo di play basso con il supporto del giovane Dodaro e di Barillari. In avanti il tridente potrebbe essere formato da Mancuso, Ingretolli, e Caruso.

CURIOSITA’. Akragas e Catanzaro si sono scontrate l’ultima volta il 27 Settembre scorso, nella gara valida per la quarta giornata del campionato di Lega Pro. I biancazzurri vivevano ancora l’esilio forzato in quel di Trapani, dove al Provinciale giocava le gare interne. Quel giorno, fu una doppietta di Matteo Di Piazza a decidere il match. L’Akragas si impose per 2-0.

TABELLONE COMPLETO. Oltre ad Akragas – Catanzaro, si giocano altre due gare che consegneranno i tre nomi mancanti per completare il tabellone e aggiungersi alle 13 squadre che già hanno raggiunto la qualificazione.
Akragas – Catanzaro
Reggiana – Spal
Alessandria – Pavia.
La vincente tra Akragas e Catanzaro incontrerà, in gara unica valida per il terzo turno di Coppa Italia, il Lecce allo Stadio “Via del Mare”.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY