Costringeva i dipendenti a lavorare di più e con meno soldi: condannato...

Costringeva i dipendenti a lavorare di più e con meno soldi: condannato imprenditore di Canicattì

0
SHARE

Chiuso il primo grado di giudizio del processo ai danni dell’imprenditore di Canicattì Gaetano Marchese Ragona, accusato di estorsione ai danni di alcuni dipendenti del punto vendita Eurospin di San Cataldo. L’uomo è stato condannato a 1 anno 10 mesi e 20 giorni col beneficio della sospensione condizionale della pena. Secondo quanto ricostruito dall’accusa il canicattinese avrebbe costretto i lavoratori, minaccinadoli di licenziamento nel caso non avessero accettato di farlo, più ore del dovuto ed avrebbe corrisposto agli stesso uno stipendio decurtato rispetto a quanto indicato nella busta paga. A quanto pare invece dei 1.200/1.300 euro i lavoratori avrebbero percepito la somma mensile di 900 euro. Marchese Ragona aveva comunque risarcito i dipendenti tanto che nessuno si è costituito parte civile nel processo. La società che gestiva il punto vendita Eurospin è stata posta in liquidazione dai soci.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *