Crisi, Istat: provincia di Agrigento sempre più povera

Redazione

Agrigento

Crisi, Istat: provincia di Agrigento sempre più povera

di Redazione
Pubblicato il Nov 26, 2015

Nel 2014 le province con il valore aggiunto pro capite più basso sono quelle di Medio Campidano, Barletta-Andria-Trani, Carbonia-Iglesias, Vibo Valentia e Agrigento, con circa 13mila euro per abitante, contro 23,9mila euro a livello nazionale. Lo rende noto l’Istat. All’interno delle province con valore aggiunto pro capite inferiore alla media nazionale si individuano alcuni segmenti produttivi importanti a livello locale, tra i quali spiccano quello dei Servizi tradizionali nelle province Alessandria, Cagliari, Imperia e Olbia-Tempio (circa 6mila euro per abitante) e quello dell’Industria a Novara e a Fermo, con circa 7mila euro per abitante.


Dal Web


Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 - Iscrizione R.O.C.: 22361