Politica

Crocetta ad assessore Vermiglio: candidati. E lui: “Mi dimetto”; Occupazione militare Iacp: passano solo crocettiani

Verso le dimissioni in Sicilia dell’assessore regionale Carlo Vermiglio, un tecnico in quota Ap, che era stato indicato dal deputato regionale Nino Germanà, a un passo dal centrodestra dopo che il partito di Alfano ha deciso di non ricandidarlo.
Il caso sta assumendo un significato anche politico, alla luce delle elezioni del 5 novembre. Con una lettera al governatore Rosario Crocetta, Vermiglio ha chiarito al presidente che lui non intende candidarsi alle regionali e di essere pronto a dimettersi se lui avesse confermato le notizie di stampa secondo cui gli assessori sono chiamati a impegnarsi direttamente nella campagna elettorale.
La risposta di Crocetta è arrivata immediata, ancora per lettera.
“Il nostro è un governo politico e quindi ho chiesto a tutti gli assessori della giunta di impegnarsi in prima persona nelle prossime elezioni regionali perchè abbiamo il dovere di creare tutte le condizioni possibili per vincerle – scrive Crocetta – non pongo alcun obbligo sulla scelta delle liste in cui candidarsi, il tema non è la candidatura nelle liste del Megafono, ma ritengo abbiamo il dovere di portare avanti l’impegno di questi cinque anni di governo nelle liste dell’intera coalizione di centrosinistra, pertanto puoi scegliere in quale candidarti”.
“E’ inaccettabile che il presidente della Regione continui a usare le cariche istituzionali come merce per i propri giochi politico-elettorali”, attaccano Mariella Maggio, Angelo Capodicasa e Pippo Zappulla del coordinamento regionale di Art.1-Mdp.
E Claudio Fava, candidato governatore della sinistra, aggiunge: “Il governatore Crocetta caccia gli assessori che non si candidano nella sua lista. Un concezione rozza e proprietaria della politica e della funzione di governo. E’ questo il ‘voto utile’ che insegue il Pd in Sicilia?”.
Intanto, il presidente Crocetta e la sua Giunta promuovono un valzer di incarichi negli Istituti case popolari. Francesco Calanna è il nuovo commissario dello Iacp di Messina, Enrico Vella all’Iacp di Caltanissetta, Rosario Adreanò all’Iacp di Enna, Cristina Foti all’Iacp di Catania, Salvatore Giarratana a Palermo, Loredana Lauretta a Ragusa. Tutti (quasi) dirigenti vicini alle posizioni politiche del Megafono.
mi-piace

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

Grandangolo Agrigento il sito di notizie, attualità, cronaca, mafia della provincia di Agrigento e della Sicilia Direttore: Franco Castaldo E-mail: GRANDANGOLOAGRIGENTO@GMAIL.COM

Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 - Iscrizione R.O.C.: 22361

To Top