CUPA e Amministrative: le novità, i possibili scenari e le domande da...

CUPA e Amministrative: le novità, i possibili scenari e le domande da fare ai candidati…

253 views
0
SHARE
La protesta degli studenti universitari

Università Kore di Enna
Università Kore di Enna

Qualche giorno fa leggevo il seguente articolo dal settimanale “Grandangolo – il giornale di Agrigento –  “Buone notizie per il Consorzio Universitario per la provincia di Agrigento arrivano dall’Assemblea regionale siciliana. La Commissione bilancio ha già approvato un emendamento di 800 mila euro da elargire al Cupa per il tramite del Libero Consorzio Comunale che come è noto ha revocato l’atto di recesso. Il finanziamento di 800 mila euro se approvato dall’Ars sarà per un triennio. A parte questo contributo straordinario il Cupa avrà anche il contributo ordinario che la Regione assicura ai poli universitari decentrati. Si tratta di 4 milioni e 500 mila euro che verranno ripartiti tra tutti i consorzi universitari siciliani e la quota spettante a quello di Agrigento è di circa 1 milione e 200 mila euro. Gli 800 mila euro sono un contributo che da la Regione sostituendosi con una partita di giro al Libero Consorzio di Agrigento che non può più garantire queste somme che dunque sono vincolate per la gestione del Cupa.

Università degli studi di Palermo,Adesso avendo trovato copertura dopo l’approvazione in commissione manca solo l’ultimo passaggio in aula per il sì alla finanziaria che metterebbe per qualche anno la parola fine rispetto alla possibilità di chiusura del Cupa. Ma vi sono altre novità che riguardano il possibile rientro nella compagine consortile della Camera di Commercio che anche per quest’anno garantirà il proprio contributo di 50 mila euro e l’interesse dell’Università  Kore di Enna ad entrare tra i soci del Cupa e ad attivare nuovi corsi di laurea ad Agrigento senza costi per il Consorzio e tutto a carico dell’ateneo. Lo statuto del Cupa in effetti prevede la possibilità che si possano stipulare convenzioni con università pubbliche e private e quindi non è da escludere che l’Assemblea dei soci possa aprire anche alla Kore specie se a costo zero per il Consorzio.”  Questo vuol dire che il Cupa avrà per ben tre anni un contributo straordinario di ben 800 mila euro oltre all’ordinario contributo annuale (?!?) di 1.2 milioni ? Vorrei evidenziare che aver approvato l’emendamento sul finanziamento straordinario consentirà al CUPA DI NON chiudere nei prossimi 3 ANNI perché e’ stata stanziata una cifra idonea a coprire i costi di gestione del consorzio (ad eccezione della compartecipazione all’insegnamento ovvero le somme che versiamo nei confronti dell’ateneo palermitano).

Polo Universitario Cupa Agrigento
Polo Universitario Cupa Agrigento

Quindi la domanda che secondo me andrebbe posta ai candidati a Sindaco nonché ad alcuni candidati al Consiglio Comunale che si candidano anche per rappresentare gli studenti e’ la seguente: 1)Volete (ed in caso come ) rinegoziare la convenzione con l’ ateneo Palermitano? 2)Sapete se esiste un debito tra il Cupa ed Unipa e nel caso se vi sono gli estremi per un condono o una dilazione? 3)Siete favorevoli all’ingresso dell’ università Kore di Enna nel consorzio che come si apprende dall’articolo sarebbe intenzionata ad attivare corsi di laurea senza oneri a carico dell’ateneo?

La protesta odierna degli studenti universitari giunge in prefettura
La protesta odierna degli studenti universitari giunge in prefettura

Ecco, prima di pensare alla forma della cultura cioè un eventuale (e dal mio punto di vista opportuno ) spostamento in centro dell’ateneo, cosa pensate della sostanza del Polo: Unipa o Kore, debiti con Palermo o non debiti con Palermo, rinegoziare o scindere convenzione o mantenerla per come posta in essere ad oggi. E per trasferire il Polo in centro: in che immobile, a che prezzo, in che tempi.

Tanto volevo puntualizzare, perché ho sempre seguito la vicenda e per quel che mi pare di aver capito negli anni, grazie al contributo straordinario della regione il Polo ha scongiurato la chiusura per almeno tre anni. Per cui, mostrando un po’ di rispetto per la battaglia condotta dagli studenti, vi chiederei uno sforzo maggiore nel trattare l’argomento Polo in campagna elettorale. Mi si permetta un ultimo monito, non utilizzate il Polo come terreno per la campagna elettorale: il finanziamento arrivato dovrebbe essere una vittoria per tutta la città e non uno spunto per attaccare gli altri. Il campo su cui confrontarsi e’ la prospettiva e le scelte politiche che si intendendo perseguire in difesa (mi auguro) del Polo.

Roberta Zicari.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *