Catania

Da Canicattì a Catania per rubare nei centri commerciali: donne-ladre scatenate

I carabinieri della Provincia di Catania durante tutta la settimana santa sono stati particolarmente impegnati per cercare di arginare i reati predatori nei centri commerciali della provincia etnea. Questi i risultati ottenuti:

I Carabinieri della Compagnia di Gravina di Catania hanno arrestato, nella flagranza, una  33enne  e denunciato una 17enne, entrambe catanesi, perché ritenute responsabili di  furto aggravato in concorso. E due donne, munite di borse schermate, utili ad eludere il sistema di antitaccheggio,  hanno depredato gli scaffali dell’Ipercoop sottraendo merce di vario genere. Grazie alla segnalazione telefonica da parte degli addetti alla sicurezza, pervenuta al 112, l’equipaggio di una “gazzella” del Nucleo radiomobile le ha intercettate nel parcheggio antistante il centro commerciale riuscendo a recuperare la refurtiva, del valore di circa 400 euro, restituita agli aventi diritto.

I Carabinieri della Tenenza di Misterbianco hanno arrestato, nella flagranza, una romena di 38 anni denunciando contestualmente la figlia 16enne e la convivente del figlio, una 17enne, tutte domiciliate a Canicattì, perché ritenute responsabili di  furto aggravato in concorso. La donna, servendosi delle ragazze minori, munite di borse schermate, utili ad eludere l’antitaccheggio, ha razziato dagli scaffali dell’Auchan di Misterbianco numerose bottiglie di liquore. Mentre tentavano di allontanarsi dall’ipermercato sono state bloccate da una pattuglia dell’Arma che, avvertita tramite il 112 dallo stesso personale addetto alla sicurezza, ha recuperato la refurtiva, del valore di circa 300 euro, restituendola al direttore del centro commerciale.

I Carabinieri del Nucleo radiomobile della Compagnia di Gravina di Catania hanno arrestato, nella  flagranza, una 29enne, di San Giovanni La Punta, per furto aggravato. La donna è stata sorpresa, all’esterno del centro commerciale Le Zagare, con una sacca piena di indumenti rubati poco prima dagli stand del negozio “Oviesse” ubicato all’interno dell’ipermercato. La refurtiva, del valore di circa 400 euro è stata restituita al responsabile dell’esercizio commerciale.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

Most Popular

Grandangolo Agrigento il sito di notizie, attualità, cronaca, mafia della provincia di Agrigento e della Sicilia Direttore: Franco Castaldo E-mail: GRANDANGOLOAGRIGENTO@GMAIL.COM

Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 - Iscrizione R.O.C.: 22361

To Top