Dal blitz antimafia Opuntia ai certificati medici falsi, nuovi guai per il medico Pellegrino Scirica e altri 10

Redazione

Apertura

Dal blitz antimafia Opuntia ai certificati medici falsi, nuovi guai per il medico Pellegrino Scirica e altri 10

di Redazione
Pubblicato il Set 23, 2018
Dal blitz antimafia Opuntia ai certificati medici falsi, nuovi guai per il medico Pellegrino Scirica e altri 10

Era stato coinvolto come uno dei principali soggetti nell’ambito dell’operazione antimafia Opuntia ed il suo studio medico, come è emerso dalle intercettazioni, veniva anche usato come sede di incontri tra soggetti indicati come esponenti di Cosa Nostra nella zona del Belìce. L’operazione era scattata l’8 febbraio scorso e aveva portato all’arresto di 7 persone. Per il medico Pellegrino Scireca, però, i guai non sono finiti. 

Il Gup del Tribunale di Sciacca Alberto Davico ha rinviato a giudizio 11 persone, tra cui proprio il medico, accusato di aver falsificato alcuni certificati medici rilasciandoli o senza aver effettuato alcuna visita oppure apponendo una data diversa da quella reale. 

Il rinvio a giudizio scaturisce dopo la trasmissione degli atti dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Palermo all Procura di Sciacca guidata da Roberta Buzzolani. Proprio grazie alle intercettazioni dell’operazione antimafia dello scorso febbraio gli inquirenti contestano oggi l’ipotesi di reato di falso. 

Oltre al medico Pellegrino Scireca altre 10 persone sono state rinviate a giudizio: si tratta di Maria Grazia Scirica, 33 anni; Gianfranco Nico, 49 anni; Nico Palmeri, 71 anni; Antonino Bonanno, 55 anni; Tommaso Gulotta, 53 anni; Giovanni Cannizzaro, 52 anni; Giuseppe Callaci, 53 anni; Antonino Festa, 61 anni; Alfio Danzuso. 

 


Dal Web


Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 -
Numero telefonico: 351 533 9611- 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 -
Iscrizione R.O.C.: 22361 - Registrazione al Tribunale di Agrigento n. 264/04