Donna incinta: ricattata per costringerla alle dimissioni

Donna incinta: ricattata per costringerla alle dimissioni

0
SHARE

Tre persone, secondo l’accusa, avrebbero sottoposto ad un ricatto a luci rosse una loro operaia incinta per costringerla alle dimisssioni.  Imprenditrice, il marito ed un detective privato sono accusato di di tentata estorsione con ruoli e responsabilità diversificate, avrebbero fatto pressione sulla dipendente 36enne per obbligarla a licenziarsi. A quanto pare la titolare dell’azienda avrebbe detto alla propria dipendente di essere in possesso di foto compromettenti per costringerla alle dimissioni. Oltre alle foto la stessa donna avrebbe detto di avere anche un filmato osè. Tali genere di pressioni sarebbero state poste in essere anche dal marito e da un detecnive privato. La vittima si è rivolta ai carabinieri denunciando il ricatto subito. Il fatto è accaduto a Treviso in Veneto.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY