Droga e rapine in autostrada: tredici persone arrestate dalla Polizia stradale

Droga e rapine in autostrada: tredici persone arrestate dalla Polizia stradale

0
SHARE
Gli arrestati dalla Polizia a Catania,

La polizia stradale di Catania ha eseguito tredici misure cautelari a carico di altrettante persone dedite alla commissione di rapine ai danni di supermercati presso le aree di servizio autostradali e allo spaccio di sostanze stupefacenti.

L’indagine parte da una rapina messa a segno a settembre del 2012 all’area di servizio di Aci Sant’Antonio in direzione Catania, tre mesi dopo scelgono la stazione in direzione Messina. In due colpi racimolarono 62 mila euro. Nella seconda occasione, però, commettono un errore fatale che permetterà alla Stradale di identificare il gruppo di rapinatori. Una macchina, una Ford Fiesta, che stava facendo da staffetta e vedetta per monitorare l’area di servizio sull’autostrada ad un certo punto fa marcia indietro. Dallo studio dei filmati gli investigatori “fiutano” qualcosa di sospetto in quella manovra. E da una serie di accertamenti incrociati arriveranno a molti dei nomi elencati nell’ordinanza di custodia cautelare in carcere firmata dal Gip Daniela Monaco Crea. “Abbiamo utilizzato il sistema Tetras Analyst – spiega l’ispettore Benedetto Morabito – che permette di elaborare e incrociare diverse utenze che sono state agganciate da una cellula telefoniche: dall’analisi di migliaia di record siamo riusciti a trovare degli elementi in comune tra la prima rapina e la seconda”. E così il cerchio si è chiuso, fino al blitz di oggi.

Sei i soggetti finiti in carcere: Alfio Maugeri (già detenuto), vicino ai Santapaola, Marco Musmeci, Orazio Pappalardo (già detenuto), Andrea Sapienza, Giuseppe Castorina e Liborio Previti. Gli ultimi due sono volti noti alle forze dell’ordine anche per il loro coinvolgimento nel doppio agguato di Mascali e Riposto dell’anno scorso. Quattro persone sono agli arresti domiciliari: Salvatore Pappalardo, Salvatore Patanè, Giuseppe Finocchiaro e Gaetano Zammataro. Tre, invece, i soggetti sottoposti all’obbligo di dimora nel comune di residenza: Gaetano Florio, Ignazio Rao, Alessandro Previti (fratello di Liborio). Due le persone che risultano irreperibili.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *