Droga, mamma difende figlio pusher e picchia i finanzieri

Droga, mamma difende figlio pusher e picchia i finanzieri

0
SHARE

Mamma picchia carabinieri e finanzieri che devono perquisire l’appartamento alla ricerca di altra droga trovata al figlio. Accade a Riesi, in provincia di Caltanissetta, durante una operazione antidroga con un fuoriprogramma. Tutto è nato quando i finanzieri del Nucleo Mobile di Caltanissetta hanno pedinato due giovani nelle strade dove si svolge il mercatino settimanale. Uno di loro, è stato notato mentre consegnava ad un ragazzo 3 dosi di hashish di circa 3,5 grammi al prezzo di 30 euro.

E’ stato allora che le Fiamme Gialle sono intervenute, e in quel frangente il presunto spacciatore ha tentato di sbarazzarsi del portamonete dove aveva custodito 36 dosi avvolte singolarmente nella carta stagnola. A quel punto pusher e acquirente sono stati fermati e accompagnati nella caserma dei carabinieri, mentre una pattuglia della Finanza insieme ad un equipaggio dei militari dell’Arma si sono diretti in casa del ragazzo alla ricerca di altra sostanza stupefacente che il giovane potesse nascondere. Ma l’accoglienza non è stata delle migliori, perché quando gli investigatori hanno ispezionato l’abitazione la madre del ragazzo – G.M. di 49 anni – è andata in escandescenza, intralciando il lavoro delle forze dell’ordine e aggredendo alcuni di loro. La Procura di Caltanissetta ha quindi disposto l’arresto per mamma e figlio, entrambi finiti ai domiciliari. Lei per violenza, resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale, lui per detenzione di droga finalizzata allo spaccio. Se l’è cavata con una segnalazione alla Prefettura il giovane che stava acquistando le dosi di hashish da Bonaffini.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *