Droga, processo “Gioventù bruciata”: la palla passa alla difesa

Droga, processo “Gioventù bruciata”: la palla passa alla difesa

0
SHARE

Oggi, nel procedimento derivante dall’inchiesta scaturità dall’operazione antidroga denominata “Gioventù bruciata”, è il giorno delle arringhe degli avvocati difensori delle persone coinvolte. Nella sua requisitoria il pm Delpini ha chiesto quattro condanne da quattro mesi a cinque anni di reclusione. Nello specifico: 4 mesi di reclusione e mille euro di multa (con la richiesta di assouzione per singole ipotesi di reato) sono stati proposti per Flavio Napoli, 23 anni; 5 anni e 20 mila euro per Giuseppe Contrino, 29 anni; 2 anni e 2 mila euro la richiesta nei confronti di Salvatore Pitrone, 30 anni; 2 anni e 4 mesi e 3 mila euro per Sergio Rotondo, 28 anni. I difensori (fra gli altri avvocati Ninni Giardina, Giuseppina Ganci e Francesco Scopelliti) illustreranno oggi le loro arringhe al gup Vella.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *