Due posti liberi al parlamento siciliano

Due posti liberi al parlamento siciliano

337 views
0
SHARE
Assemblea regionale siciliana

Con la prematura scomparsa dell’On. Lino Lenza e l’elezione dell’On. Lillo Firetto a Sindaco di Agrigento, si pone un serio problema circa il plenum dei 90 parlamentari all’Assemblea Regionale Siciliana. Sia Leanza che Firetto, nel corso delle elezioni regionali del 2012, avevano optato per il seggio riservato nel listino  regionale di Rosario Crocetta candidato alla Presidenza della Regione di Pd e Udc. Il listino era formato da: Mariella Maggio, Lillo Firetto, Marika Di Marco,Lino Leanza, Antonella Milazzo, Antonio Malafarina, Alice Anselmo e Nino Oddo.

Con la vittoria di Crocetta, la normativa elettorale per assegnare la maggioranza di 46 parlamentari al neo governatore, consenti di eleggere l’intero listino regionale del candidato presidente Crocetta.

Quindi Firetto scegliendo il listino diede spazio nel collegio di Agrigento all’on. La Rocca Ruvolo Margherita eletta con 3.199 preferenze, mentre Leanza lascio il seggio nel collegio di Catania a vantaggio di Marco Forzese, eletto con 8.258 preferenze.

A questo punto si pone un questione giurisprudenziale, più che politica: a chi  e come devono essere assegnati i due seggi rimasti vuoti dal listino, posto che non c’è più nessun non eletto nel listino regionale di Crocetta? Qualcuno potrebbe sostenere che i posti rimasti liberi dovrebbero essere assegnati ai primi dei non eletti dell’Udc di Agrigento e Catania. Ma la risposta sarebbe scontata, considerato che una  lista che ha conquistato un seggio non può avere due eletti.

Allora i due seggi potrebbero essere assegnati alle liste collegate a Crocetta che abbiano superato la soglia del 5% nel territorio di Agrigento e Catania, aprendo le porte dell’ARS a Vincenzo Marinello del PD  (considerata la precoce scomparsa dell’on. Di Benedetto) oppure l’assegnazione del seggio alla lista del Megafono, inizialmente senza seggi, con l’elezione di Calogero Martello. Ovviamente stesse ipotesi da analizzare sulla provincia di Catania per sostituire Leanza.

www.siciliaonpress.it

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *