Emergenza idrica a Messina, nuovo guasto: città a secco

Emergenza idrica a Messina, nuovo guasto: città a secco

0
SHARE

Non c’è pace per Messina. Un nuovo guasto alla rete idrica ha messo ulteriormente in ginocchio la città dello Stretto, ormai quasi a secco da due settimane.
Stavolta la rottura ha interessato il bypass realizzato pochi giorni fa per risolvere l’emergenza, e che collega la condotta idrica di Fiumefreddo all’acquedotto di Alcantara, che consentiva, seppur a rilento, di portare l’acqua a Messina. Il cedimento si è verificato nel territorio di Forza d’Agrò, e la Sicilacque, la società che gestisce l’acquedotto dell’Alcantara, è impegnata in queste ore nel trovare una soluzione in tempi rapidi.
Con il bypass in funzione, nel capoluogo peloritano arrivavano circa 300 litri d’acqua al secondo: una quantità che consentiva di far fronte all’emergenza. Adesso Messina può contare, oltre che sulle navi cisterna e sulle numerose autobotti impegnate sopratutto nella parte alta della città, dove l’afflusso d’acqua è più difficile a causa della minor pressione, sull’acquedotto della Santissima, che può garantire però una portata di 200 litri al secondo, a fronte di un’esigenza di 970 litri al secondo.
Il Consiglio dei ministri nella riunione di oggi ha dichiarato lo stato di emergenza per la città siciliana.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY