Emergenza rifiuti a Porto Empedocle, Caci: “non filosofie o discorsi scarica barile, ma azioni e proposte concrete”

Redazione

Agrigento

Emergenza rifiuti a Porto Empedocle, Caci: “non filosofie o discorsi scarica barile, ma azioni e proposte concrete”

di Redazione
Pubblicato il Giu 14, 2018
Emergenza rifiuti a Porto Empedocle, Caci: “non filosofie o discorsi scarica barile, ma azioni e proposte concrete”

Caos rifiuti ancora a Porto Empedocle. Ad intervenire oggi è la presidente del Consiglio comunale di Porto Empedocle, Marilù Caci.

“Porto Empedocle versa ormai in una situazione di degrado, che non ha precedenti. Ammassi di spazzatura e strade sporche sono lo scenario che ogni empedoclino si trova davanti nel camminare per il proprio paese, dalla periferia al centro, perché ormai nessun angolo è al riparo dallo scempio. Pur non avendo doti di previdenza, sottolinea Caci,  già nei mesi scorsi più volte sono intervenuta sul punto evidenziando l’importanza di affrontare il problema temendo proprio che si potesse giungere ad una tale situazione. Le ormai consuete prese di posizione, le solite dietrologie e le immancabili dirette sui social a cui stiamo assistendo ad opera del Sindaco non solo appaiono, francamente, inutili ma peggio squalificano l’apparato amministrativo, lo allontanano dalla cittadinanza, che esige e merita una pronta soluzione. Purtroppo, conclude la Presidente del consiglio comunale,  la percezione comune è quella di un Paese alla deriva, priva di un timoniere, competente e capace. In quanto Presidente del Consiglio chiedo al Sindaco Carmina che si ponga fine a questa situazione di grave pericolo per i cittadini, chiedo fatti concreti, azioni mirate e proposte concrete, non filosofie o discorsi scarica barile! La salute dei cittadini, la salubrità pubblica, l’igiene e l’immagine della nostra terra non può essere ulteriormente lesa”.


Dal Web


Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 - Iscrizione R.O.C.: 22361