Falso giro di revisioni in Sicilia: 22 società coinvolte

Falso giro di revisioni in Sicilia: 22 società coinvolte

0
SHARE
Intervento Polstrada dopo incidente (archivio)

E’ stata battezzata “Ghost frost” l’operazione della Polizia stradale di Ragusa che ha scoperto un giro di false certificazioni e bloccato 44 mezzi. Ventidue le societa’ di autotrasporto coinvolte (13 del Ragusano), 210 i verbali. Le societa’ denunciate falsificando le targhette di revisione e i documenti, evitavano una revisione periodica (ogni tre anni dopo i primi sei di vita del mezzo) della ‘catena del freddo’ che costa tra i 1.500 ed i 2.000 euro, mettendo anche a rischio la salubrita’ dei prodotti trasportati. I reati contestati sono utilizzo e produzione documenti falsi e trattamento illecito di dati personali. Nella truffa sono finiti, inconsapevolmente, alcuni periti che hanno denunciato il raggiro. Una banca dati nazionale, permettera’ ora alle Motorizzazioni di controllare con i centri autorizzati l’effettiva revisione effettuata ai mezzi. La Polstrada di Ragusa, guidata dal comandante Gaetano Di Mauro, grazie all’intuizione e alle indagini del vice Francesco Vona ha cosi’ fatto luce sul giro di false certificazioni. “Questa operazione – sostiene Cosimo Maruccia dirigente della Polstrada della Sicilia orientale – e’ considerata dal ministero dell’Interno come antesignana, un esempio per tutta Italia. Gli uffici delle motorizzazioni sul territorio nazionale potranno utilizzare una banca dati che permettera’ di incamerare i dati sulle revisioni dei rimorchi adibiti al trasporto refrigerato di generi alimentari, la certificazione Atp che permetteva di attivare le revisioni complete dei mezzi”

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY