Favara, abusi sessuali sulla figlia con la minaccia di una pistola, accusato un netturbino

Redazione

Apertura

Favara, abusi sessuali sulla figlia con la minaccia di una pistola, accusato un netturbino

di Redazione
Pubblicato il Gen 19, 2018
Favara, abusi sessuali sulla figlia con la minaccia di una pistola, accusato un netturbino

Il suo legale, l’avv. Davide Casà, ha depositato richiesta al Tribunale del Riesame, dove chiede l’annullamento della misura cautelare. Non resta che aspettare la decisione dei giudici al netturbino di Favara, di 50 anni, finito in manette, una decina di giorni fa, con l’accusa di aver abusato sessualmente della figlia.

Intanto emergorgono particolari raccappriccianti sulla vicenda. Secondo quanto pubblicato dal qtuodiano La Sicilia, infatti, pare che l’uomo abbia puntato una pistola contro alla donna per costringerla a raggiungerlo nella camera da letto e sempre con la pistola in mano l’avrebbe prima spogliata e poi ne avrebbe abusato sessualmente.

 

Il netturbino si è sempre difeso e nell’interrogatorio di convalida, davanti al gip del Tribunale di Agrigento, Alfonso Malato, ha ribadito che non avrebbe mai violetato la figlia.


Dal Web


Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 -
Numero telefonico: 351 533 9611- 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 -
Iscrizione R.O.C.: 22361 - Registrazione al Tribunale di Agrigento n. 264/04