Filmata una rapina in casa, 2 arresti a Palermo (il video dell’orrore)

Filmata una rapina in casa, 2 arresti a Palermo (il video dell’orrore)

289 views
0
SHARE
La casa presa di mira dai rapinatori

La Polizia di Palermo ha risolto, in tempi strettissimi, il caso di una violenta rapina domestica, avvenuta in un appartamento del quartiere Zisa. I poliziotti della sezione investigativa del Commissariato di P.S. “Zisa-Borgo Nuovo” e della sezione della Squadra Mobile “Contrasto al crimine diffuso” hanno eseguito un provvedimento di custodia cautelare in carcere nei confronti di due giovani palermitani che dovranno rispondere di rapina aggravata in concorso e danneggiamento.

Le indagini dei poliziotti hanno fatto luce su un grave episodio di rapina in abitazione, le cui terribili fasi sono state filmate, in diretta, da una telecamera fatta installare dal nucleo familiare, per precauzione.

Intorno alle 19:30 dello scorso 27 marzo, attraverso la grondaia di un immobile, i due malviventi sono riusciti a raggiungere l’interno di un’abitazione al primo piano. Dopo avere brutalmente scaraventato per terra la vittima, una donna sola in casa che guardava la tv, sono riusciti, in meno di 10 minuti, a razziare preziosi, denaro ed argenteria, per un valore superiore ai ventimila euro.

Quasi a conclusione del raid, uno dei due malviventi ha notato la telecamera e con un gesto d’impeto l’ha ripetutamente colpita fino a metterla fuori uso. Gli arrestati sono Gaetano Ricupero, 21 anni e Francesco Paolo Comignano, 18 anni, raggiunti dal provvedimento restrittivo emesso dal Gip Roberto Riggio, su richiesta del Pm Siro De Flammineis. Il primo dei due a penetrare nell’appartamento è stato scambiato dalla vittima per il marito, ma subito è sopraggiunto il complice, armato di coltello, che le è saltato addosso, l’ha immobilizzata, le ha coperto la bocca con un fazzoletto e l’ha scaraventata per terra. La donnaè  stata costretta a raggiungere la camera da letto e lì ad assistere impotente alla razzia dei suoi beni. Per le indagini i poliziotti hanno esaminato le immagini registrate ed anche attraverso la rilevazione di alcuni particolari non visibili ad occhio nudo, come il tatuaggio sulla mano destra di Comignano, hanno riconosciuto entrambi i rapinatori.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *