Frana viadotto: aperta a traffico nuova bretella collegamento A19

Redazione

Apertura

Frana viadotto: aperta a traffico nuova bretella collegamento A19

di Redazione
Pubblicato il Nov 16, 2015
Frana viadotto: aperta a traffico nuova bretella collegamento A19

La bretella che consente il transito sulla A19

La bretella che consente il transito sulla A19

La Sicilia torna ad essere collegata tra Palermo e Catania, si conclude l’emergenza sull’autostrada A19. E’ stata aperta, in entrambe le direzioni la bretella autostradale all’altezza del viadotto Chimera sulla A19 Palermo-Catania. Il tratto autostradale era stato chiuso lo scorso 9 aprile dopo il cedimento di alcuni piloni del viadotto causato da una frana. La bretella è stata aperta intorno alle 9.30, prima in direzione Palermo e cinque minuti fa anche in direzione Catania. Il tratto, lungo due chilometri, è percorribile in pochi minuti. Da oggi gli automobilisti potranno evitare il tratto di strada da Scillato a Polizzi piena di curve e della durata di circa 50 minuti. I lavori sono stati avviati il 7 agosto scorso per un importo di 5,7 milioni di euro. Il cronoprogramma che prevedeva la realizzazione dell’opera in tre mesi, e’ stato rispettato. Nei cantieri le due imprese (Truscelli per i lavori di adeguamento della Bretella e dello svincolo e Gecob per i lavori di costruzione della rampa) hanno impiegato complessivamente 40 operai, 34 mezzi di cantiere (escavatori, trivelle, ruspe e gru) e hanno utilizzato 24000 metri cubi di calcestruzzo, 5300 di di conglomerati bituminosi e circa 750 tonnellate di acciaio. L’impresa Mazzei, attualmente impegnata nei lavori di demolizione e ricostruzione del viadotto Himera, fino a oggi ha impiegato 20 operai, 18 mezzi di cantiere, 1600 metri cubi di calcestruzzo e 350 tonnellate di acciaio.
I dettagli sui lavori sulla nuova bretella saranno presentati, oggi, a Palermo, alle 11.30, nella sede della Prefettura, in via Cavour 6, a Palermo. Saranno presenti Marco Guardabassi, commissario delegato per Emergenza Himera, Fabrizio Curcio, capo dipartimento della Protezione Civile, Rosario Crocetta, presidente della Regione Siciliana, Gianni Vittorio Armani, presidente Anas e Graziano Delrio, ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti.


Dal Web


  • Apertura

    Blitz “Montagna”, pizzo sui migranti: “Spaventiamo tutti”

    Pubblicato il 22 01 2018

    Un rullo compressore la mafia di Agrigento, "molto più pericolosa e seria", altro che quella palermitana, considerata inaffidabile. Di più, le cosche agrigentine, la loro prontezza e organizzazione "spaventa tutti". Non è solo una questione di prestigio. Si tratta soprattutto di affar..

    Continua a Leggere

  • Apertura

    “Operazione Montagna”, la conferenza stampa alla Dda di Palermo

    di Redazione
    Pubblicato il 22 01 2018

    https://youtu.be/Bv32lBLBQW8..

    Continua a Leggere

  • Apertura

    Operazione Montagna, colonnello Pellegrino: “Blitz sia segnale di fiducia nei confronti delle istituzioni”

    Pubblicato il 22 01 2018

    Quindici capi mafia arrestati. Una cosca decapita. La famiglia mafiosa agrigentina che perde quote di vertici e di gregari. La strada però resta in salita. Perché la mafia agrigentina è una mafia che “risponde a un’ortodossia antica. È il fiore all’occhiello della mafia siciliana”. <..


  • Apertura

    Operazione “Montagna”: a Favara comanda Pasquale Fanara

    Pubblicato il 22 01 2018

    Dall'operazione antimafia "Montagna" dei carabinieri del Comando provinciale di Agrigento che hanno eseguito 56 ordinanze di custodia cautelare nei confronti dei vertici dei mandamenti e delle cosche di Cosa nostra dell'Agrigentino emergono importanti novità sugli assetti mafiosi territoriali e sul..


  • Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 - Iscrizione R.O.C.: 22361