Fucilata al petto per il nipote del boss: condizioni disperate

Fucilata al petto per il nipote del boss: condizioni disperate

1.530 views
0
SHARE
Il luogo dell'agguato ad Enrico Coraci

Un uomo di 30 anni, Enrico Coraci, è stato gravemente ferito, nella notte, ad Alcamo, con un colpo di fucile che lo ha raggiunto al torace. Coraci è ricoverato nell’ospedale “Cervello” a Palermo. La vittima, incensurata, è nipote di Vito Coraci, un indiziato mafioso accusato di aver avuto un ruolo nel sequestro del piccolo Giuseppe Di Matteo. Coraci, che si trova ricoverato nel reparto di Rianimazione dell’ospedale Cervello di Palermo, è stato sottoposto ad un difficile intervento durato oltre sette ore. L’uomo ha riportato lesioni a diversi organi interni ed è stato necessario asportargli un rene e il colon destro. Sull’accaduto indagano i carabinieri.

Il fatto è avvenuto in via Ruisi, traversa di via Padre Pino Puglisi che sbocca sul viale Italia, intorno alle 3 di notte. Evidentemente aveva appuntamento con qualcuno, resta da capire il perché proprio in quella zona e con chi. Un enorme boato ha svegliato i tanti residenti della popolosa via Ruisi che hanno visto Enrico Coraci riverso per terra in una pozza di sangue. Immediatamente è stato lanciato l’allarme al 118, poi ai carabinieri. Il giovane è stato trasportato all’ospedale Civico di Palermo dove è stato sottoposto ad un delicatissimo intervento chirurgico. Sul posto questa mattina è intervenuto il raggruppamento del Sis dei carabinieri di Trapani, la sezione investigazioni scientifiche. Ha letteralmente passato al setaccio la zona dove è avvenuto lo sparo.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *