Furti rame: otto arresti nel Ragusano

Furti rame: otto arresti nel Ragusano

0
SHARE
Gli arrestati per i furti di rame

Un’associazione per delinquere costituita in prevalenza da romeni e dedita ai furti di rame è stata smantellata dalla Polizia di Stato di Ragusa. Otto le persone arrestate, tre quelle riuscite a sfuggire all’arresto da parte della squadra mobile e degli agenti del commissariato di Comiso. Sette degli arrestati sono stati rinchiusi in carcere, un ottavo è ai domiciliari. Una persona è stata denunciata. La banda avrebbe operato con l’appoggio di ricettatori italiani in tutta la provincia di Ragusa con ramificazioni a Catania e Messina. La svolta alle indagini grazie al ritrovamento sul luogo di uno dei furti, di uno scontrino e di un paio di guanti. L’operazione è stata portata a termine con il fondamentale contributo dell’Enel, che ha messo a disposizione le più avanzate tecnologie presenti sul mercato. Oltre a rubare cavi di rame, la banda avrebbe depredato aziende agricole e zootecniche, uccidendo gli animali direttamente sul posto e con crudeltà e portando via solo le carni pregiate. Tra gli obiettivi anche carburante, attrezzi agricoli, attrezzi per carpenteria, fitofarmaci, auto e trattori.

Gli arrestati:

1)      Avadani Iordanescu, nato in Romania il 16.08.1988 domiciliato a Chiaramonte Gulfi;

2)      Buliga Vasile Andrei, nato in Romania il 20.12.90 residente a Vittoria (catturato a Palermo)

3)      Ciubotaru Marius, (inteso Baluba) nato in Romania 30.10.1994,domiciliato a Pedalino frazione di Comiso;

4)      Marin Cristi, nato in Romania il 07.02.1990 residente a Vittoria;

5)      Stancu Constantin (inteso Dani), nato in Romania il 23.05.1985 domiciliato a Pedalino frazione di Comiso;

6)      Vlad Nicusor inteso Nicu, nato in Romania il 16.04.1988 residente a Vittoria;

7)      Zamfir Robert Stefan, nato in Romania il 25.03.1991 e residente a Chiaramonte Gulfi.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *