Gela, agguato tra la folla, giovane gambizzato: un fermo

Gela, agguato tra la folla, giovane gambizzato: un fermo

0
SHARE
Il luogo della sparatoria di Gela e nel riquadro Alessandro Pellegrino

La Polizia di Stato ha identificato e arrestato l’uomo che ieri sera, poco dopo le 20.30, a Gela, ha sparato, in via Generale Cascino, quattro colpi di pistola calibro 7,6 contro un pastore di 19 anni, Giuseppe Trubia, incensurato, ferendolo a un piede. Illesi un altro giovane che camminava con la vittima e due fidanzati appena usciti dal vicino cinema multisala, sfiorati da uno dei proiettili che ha sfondato il parabrezza dello loro auto. L’arrestato è Alessandro Pellegrino, 25 anni, sorvegliato speciale. E’ indagato per duplice tentato omicidio, porto abusivo di arma da fuoco e violazione delle prescrizioni della sorveglianza speciale. Pellegrino nega di essere l’autore dell’agguato, ma verrebbe smentito dalle immagini di alcune telecamere di sicurezza dei negozi vicini che lo riprenderebbero mentre si allontana dal luogo della sparatoria con ancora in mano la pistola, di cui si sarebbe disfatto subito dopo. Secondo le indagini della polizia di Gela, a scatenare la furia omicida del pregiudicato ci sarebbe il desiderio di vendetta nei confronti di Giuseppe Trubia, colpevole, ai suoi occhi, di averlo offeso pubblicamente, 15 giorni prima, prendendo le difese della commessa di un bar contro sui pesanti apprezzamenti. Il 25enne è stato condotto nel carcere di Gela.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *