Caltanissetta

Gela, confessa la mamma assassina: “Le mie figlie? Strozzate con le mie mani”

di Redazione
Pubblicato il Dic 29, 2016
Gela, confessa la mamma assassina: “Le mie figlie? Strozzate con le mie mani”

“Le mie due bambine, le ho soffocate con le mie mani. La candeggina serviva a me per farla finita”. E’ quanto avrebbe detto ai magistrati Giusi Savatta, l’insegnante di Gela accusata del duplice omicidio delle sue figlie di 9 e 7 anni, Maria Sofia e Gaia. Lo ha fatto durante l’interrogatorio svoltosi questa mattina all’ospedale di Gela, davanti al procuratore Fernando Asaro e il pm Monia Di Marco. La donna ha ammesso che la situazione era tutt’altro che rosea con il marito e che i rapporti soprattutto negli ultimi tempi erano tesi. Ma la causa dell’insano gesto sarebbe da ricercare nella depressione, di cui sembra sia affetta da anni. Ha anche riferito che il suo obiettivo era quello di proteggere le sue figlie, da tutto e tutti. “Ero – ha affermato – molto preoccupata per loro”. Intanto, dopo la notifica dell’arresto, e’ stata fissata per domani la convalida davanti al Gip Lirio Conti. La donna e’ assistita dall’avvocato Pietro Pistone.


Dal Web


Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 - Iscrizione R.O.C.: 22361