Agrigento

Gestione piscina di Aragona, condannato un imprenditore agrigentino

Il gup del Tribunale di Agrigento, Francesco Pronvenzano, ha condannato Gioacchino Cassaro, 39 anni, a un anno e due mesi di reclusione, per turbativa d’asta e falso. Per lo stesso reato è stato rinviato a giudizio un altro imprenditore, Vincenzo Picarella, 45 anni. La vicenda nella quale i due sono coinvolti è quella dell’affidamento della gestione della piscina comunale di Aragona. Un appalto di dieci anni aggiudicato con false documentazioni e mancanza di un requisito necessario. I due imprenditori parteciparono alla gara attestando di avere un requisito, cioè quello di avere maturato esperienze nella gestione di piscine pubbliche, nei tre anni precedenti, requisito attestato con un documento giudicato dall’accusa falso.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

Grandangolo Agrigento il sito di notizie, attualità, cronaca, mafia della provincia di Agrigento e della Sicilia Direttore: Franco Castaldo E-mail: GRANDANGOLOAGRIGENTO@GMAIL.COM

Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 - Iscrizione R.O.C.: 22361

To Top