IN EVIDENZA

Il cardinale di Agrigento, Montenegro: risorse economiche sempre più scarse per sanità

di Redazione
Pubblicato il Feb 10, 2017

“Negli attuali contesti la pastorale accanto alle persone fragili e malate è molto difficile, la cura sanitaria deve affrontare risorse economiche sempre più scarse e una cultura che propone un uomo forte, vincitore, bello, sempre, giovane e possibilmente vincente anche sulla morte: ma così non può essere”. Lo ha detto il cardinale Francesco Montenegro, arcivescovo di Agrigento e presidente della commissione Carità e Salute della Cei, in introduzione dell’udienza concessa dal Papa alla vigilia della Giornata del malato e in occasione dei 20 anni dell’ufficio nazionale della Cei per la pastorale della salute. “Noi siamo qui per rassicurarla che il nostro impegno è che a Chiesa continui ad abitare, anzi a privilegiare, i luoghi della sofferenza e della malattia, luoghi, come lei denuncia, nella quale non mancano la solitudine e, a volte, la disperazione”. I luoghi di cura e di ricovero, ha detto l’arcivescovo di Agrigento, “ci sono persone di ogni rango sociale”, ma “tutti accomunati da storie di sofferenza che fanno emergere una umanità e una domanda sul senso della vita, perché per il malato indossare pigiama è come essere nudo, perdere la propria dignità, svestirsi della propria autonomia e delle proprie abitudini, dipendere da altri, sentirsi diversi, un numero e una cartella clinica, e spesso questa sofferenza segna profondamente e accompagna o sovrasta la stessa sofferenza fisica. Siamo qui per dirle che noi con lei e alla sua scuola siamo impegnati a vivere con fedeltà e a tradurre con gesti di amore la pagina delle beatitudini”. Presenti all’udienza, che ha fatto seguito ad una messa mattutina a San Pietro, alcuni malati, “angeli silenziosi e preziosi – li ha definiti Montenegro – che la sostengono nel suo ministero petrino e sui quali può contare sempre”.


Dal Web


Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 - Iscrizione R.O.C.: 22361