Importante vittoria dell’Associazione Nuove ali di Agrigento

Importante vittoria dell’Associazione Nuove ali di Agrigento

373 views
0
SHARE
Giustizia amministrativa

Con un unico ricorso presentato al T.A.R. di Palermo, l’associazione “Nuove Ali di Agrigento” ha ottenuto un’altra importante vittoria giudiziaria per l’ottemperanza dell’ordinanza cautelare della sentenza del 05 dicembre 2014; Con tale sentenza il T.A.R. riconosceva i diritti di due  minori diversamente abile illegittimamente disattesi da parte dell’amministrazione Comunale, e stabiliva altresì la competenza del comune per l’erogazione del servizio scolastico per l’assistenza e l’autonomia.

Tale sentenza però era disattesa dalla pubblica amministrazione che non provvedeva all’attivazione del servizio a favore dei due minori; l’associazione ricorreva nuovamente e tale ricorso portava all’emissione del decreto di ottemperanza del 15 maggio 2015 che nominava il Prefetto della provincia di Agrigento come commissario ad acta per dare immediatamente corso all’espletamente dei suddetti adempimenti e riconosceva altresì alle famiglie dei piccoli un indennizzo per la mancata erogazione del servizio.

La sentenza emessa dal T.A.R. Palermo è risultata particolarmente significativa perché, ancora una volta, è stata stabilita  l’inviolabilità del diritto al servizio scolastico di autonomia e comunicazione per i minori diversamente abili che viene attivato a fine dell’anno scolastico crndo nella vita di questi bambini un ulteriore danno incompensabile.

I Giudici amministrativi, infatti, hanno accolto le tesi del legale dell’associazione, Avv. Giovanni Puntarello, che ha sostenuto come, il servizio  spetti al Comune che deve programmare il reperimento delle risorse affinche i minori abbiano garantita la piena integrazione scolastiaìca cosi come stabilito dalla legge.

Anche il servizio di autonomia e comunicazione non può essere disatteso dall’Ente locale, neppure a fronte di asserite difficoltà economiche-finanziarie.

Il Comune di Porto Empedocle dovrà pertanto provvedere ad attivare tale servizio.

Con le citate ordinanze il T.A.R. Palermo ha affermato, per l’ennesima volta, che gli Enti Locali non possono, per pretese ragioni di bilancio, ledere i diritti dei minori disabili,  diritti che sono stati qualificati dai giudici amministrativi  come “diritti fondamentali incomprimibili”.

L’Associazione Nuove ali di Agrigento, incoraggiata dagli importantissimi risultati conseguiti continuerà a battersi  a fianco dei soggetti disabili e delle loro famiglie e si auspica che tali pronunce inducano i comuni siciliani ad adoperarsi tempestivamente per contribuire al percorso di integrazione scolastica dei soggetti disabili fornendo le figure assistenziali, le quali in collaborazione con gli insegnanti di sostegno, rendano possibile l’effettivo esercizio del diritto allo studio.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *