Imprenditori scomparsi nel nulla: due indagati e rilievi del Ris

Imprenditori scomparsi nel nulla: due indagati e rilievi del Ris

228 views
0
SHARE

Saranno effettuati giovedì prossimo, 7 luglio, come apprende l’Adnkronos, gli accertamenti dei carabinieri del Ris di Messina sulla scarpa e il sacco macchiato di rosso rinvenuti in un terreno nel Palermitano, nell’ambito dell’inchiesta sulla scomparsa di Antonio e Stefano Maiorana, padre e figlio, di cui si sono perse le tracce nell’agosto del 2007. I reperti sono chiusi, sigillati, e si trovano da gennaio nei laboratori del Ris di Messina, in attesa delle analisi. La scarpa, estremamente deteriorata, e il sacco, sono stati rinvenuto mesi fa, ma la notizia era trapelata solo nel gennaio scorso perché in questi giorni sono stati notificati gli atti per gli esami del Ris ai diretti interessati. Gli esami saranno eseguiti nei laboratori del Ris, guidati dal colonnello dei carabinieri Sergio Schiavone, alla presenza dei consulenti di parte della Procura e dei familiari dei Maiorana. E’ proprio di oggi la notizia dei due avvisi di garanzia recapitati dalla Procura di PALERMO, con l’accusa di omicidio, al costruttore palermitano, Francesco Paolo Alamia, raggiunto nei giorni scorsi anche da un maxi sequestro di beni per 22 milioni di euro, e all’imprenditore Giuseppe Di Maggio. I due Maiorana, padre e figlio, furono visti per l’ultima volta nel cantiere di Isola delle Femmine, dove stavano costruendo alcune villette. La loro auto, una Smart, fu ritrovata poi nel parcheggio dell’aeroporto di PALERMO, ma i controlli confermarono che i due non si erano imbarcati su nessun volo. Nei mesi scorsi i carabinieri hanno ritrovato in un terreno fra Villagrazia di Carini e Carini, sotto della ghiaia, la suola di una scarpa e un sacco con delle macchie rosse.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *